Connect with us

Rassegna Stampa

Cannavaro: “Per lo scudetto dico Napoli! Il Milan è indietro”

Le parole dell’ex calciatore partenopeo

Paolo Cannavaro, ex difensore e capitano del Napoli, ha rilasciato una lunga intervista alla Gazzetta dello Sport oggi in edicola: “Da buon napoletano sono scaramantico. Di certo, il vantaggio di 8 punti è strameritato. C’è organizzazione, dedizione e solidità: se queste componenti saranno mantenute, non ce n’è per nessuno”.

Cannavaro
Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

Cosa c’è di diverso dalla scorsa stagione? “La squadra non è soltanto bella ed efficace, ma è compatta. Per intenderci, i calciatori che dovrebbero fare la differenza sul piano tecnico, la fanno anche in termini di sacrificio. Questa per me è vera la mentalità vincente”.

Il maggior pericolo per il Napoli? “Il peggior avversario del Napoli è sé stesso – dice Cannavaro -. Deve cercare di isolarsi rispetto a tutte le polemiche che accompagnano ogni weekend. In Serie A poi bisogna avere paura di tutti i rivali, soprattutto se manca così tanto”

Sulle avversarie per lo scudetto? “Inter e Juve hanno una profondità di rosa impressionante – ammette Cannavaro -, specialmente i bianconeri: Pogba e Chiesa aumenteranno di molto il livello, sono giocatori da 20 gol in due. Quindi a voler scegliere un anti-Napoli, dico Juve”.

Milan?Credo sia un po’ più indietro rispetto all’anno scorso. Vincere spesso allo scadere è sintomo che c’è qualcosa da migliorare. Ma parliamo di oscillazioni minime, se no non sarebbe secondo”.

La sosta è un pericolo per il Napoli? “Credo sia un po’ più indietro rispetto all’anno scorso. Vincere spesso allo scadere è sintomo che c’è qualcosa da migliorare. Ma parliamo di oscillazioni minime, se no non sarebbe secondo”.

Leggi anche: Pavard: “Voglio giocare con Giroud. Mi piace la Serie A”

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply