Connect with us

Rassegna Stampa

Costacurta: “Ibra al 50% è comunque più forte di Giroud”

Alessandro Costacurta, ex calciatore del Milan, ha rilasciato una lunga intervista al TuttoSport. Ecco alcune delle sue dichiarazioni: “Il 2022 è stato l’anno del Milan, anche se da metà agosto il Napoli sta facedno qualcosa di straordinario. Mai cinque mesi iniziali dei rossoneri sono stati eccezionali, hanno giocato bene e, se pur inaspettatamente,hanno vinto con merito il campionato”.

Il volto del 19esimo scudetto? Dico Pioli. Mi ricordo quando è arrivato nell’ottobre 2019, cosa si diceva su di lui, che non avesse mai vinto il campionato e che per alcuni questa era un limite per guidare una grande squadra come il Milan. Ha fatto il suo percorso – dice Costacurta -, è cresciuto e per questo scelgo Stefano come personaggio per lo scudetto”.

Costacurta
Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

Pioli come Ancelotti? “E’ un paragone che ci sta benissimo. Entrambi, per altro originari delle stesse zone emiliane, quando sono arrivato al Milan avevano un’etichetta da non vincente. Carlo grazie al suo carattere aveva saputo costruire un grande gruppo e penso che Pioli in questo lo ricordi molto, ha creato empatia con tutti i suoi giocatori”.

Charles De KetelaereE’ giusto aspettarlo, come hanno ripetuto sia Paolo che Pioli, però il belga è mancato nel carattere e deve dimostrare di averlo. Io capisco le difficoltà per il cambio di città, di ambiente, del sistema di gioco e del tipo di calcio. Vedremo come tornerà dal Mondiale”.

Il Milan ha tanti campioni giovani. Può aprire un ciclo? “Assolutamente si – dice Costacurta -. Il lavoro svolto dalla società rossonera è molto interessante e dal mio punto di vista questo Milan ha la possibilità di partecipare alla Champions League per i prossimi 4-5 anni”.

Cosa fare con Leao? “La situazione mi sembra molto chiara. c’è un limite a tutto e il Milan con questa dirigenza ha fissato dei limiti. Se Leao non dovesse accettare la proposta di rinnovo che gli verrò sottoposta, andrà dove vorrà lui. Se Leao dovesse disputare un grande Mondiale e a gennaio si presentasse una squadra con un’offerta importante, io sarei per cederlo”.

Tra poco tornerà Ibra. Cosa ti aspetti da lui? “Mi aspetto il suo solito apporto. Giroud sta facendo il suo, anzi, sta sorprendendo per quanti gol ha segnato pensando alla sua storia. Per me, Zlatan al 50% è comunque più forte di Giroud”.

Leggi anche: Desailly: “Milan? Bello il mix tra giovani ed esperti…”

Privacy Policy
2 Comments

2 Comments

  1. Pingback: Inzaghi: "Pioli bravissimo. Ha vinto con merito lo scudetto"

  2. Pingback: Costacurta sicuro: "Maldini ha svolto un grande lavoro"

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *