Connect with us

News

“De Ketelaere non ha raggiunto il suo massimo potenziale”. Le parole di un tesserato del Bruges!

Charles De Ketelaere è il protagonista assoluto negli ultimi giorni, per quanto riguarda le vicende legate al mondo Milan. Il calciatore belga classe 2001, dopo diverse settimane d’attesa, è diventato ufficialmente un nuovo calciatore del Diavolo. A tal proposito, nel pomeriggio odierno il club di Via Aldo Rossi lo ha presentato alla stampa direttamente a Milanello.

De Ketelaere ha già svolto alcuni allenamenti nel centro sportivo di Carnago e le sue qualità tattiche sono emerse sin da subito. Anche il calciatore, però, è rimasto sorpreso dall’accoglienza offerta dal popolo milanista. Nel corso della conferenza stampa odierna ha dichiarato: “Mi piace moto l’aspetto passionale dei tifosi, è per loro che giochiamo. Sono prontissimo a seguire questi ritmi, dovrò solo adattarmi ad un livello più elevato ma sono pronto a mettermi al lavoro”.

De ketelaere poi aggiunge: “Mi ha sorpreso essere in un altro Paese, con un clima diverso rispetto al Belgio. A Milanello mi ha sorpreso l’intensità e la forza del gruppo. Si capisce come hanno fatto a diventare campioni d’Italia“. Con ogni probabilità, come ha dichiarato lo stesso Stefano Pioli alla Gazzetta dello Sport, CDK giocherà qualche minuto nell’amichevole di domani tra Vicenza e Milan alle ore 19:00.

Le parole dal Belgio…

Coloro che compongono lo staff tecnico del Bruges, conosco alla perfezione le qualità tecniche del neo acquisto rossonero. Nel corso di un’intervista rilasciata a “keepup.com”, Paul Okon – vice allenatore del Club Brugges -, ha parlato così di Charles De Ketelaere:

de ketelaere

La cosa paurosa è che non ha ancora raggiunto il suo massimo potenziale. Vederlo allenarsi mi ha confermato tutto quello che pensavo di lui come giocatore. De Ketelaere ha un dono naturale e quando lo vedo giocare si nota subito. Fa tutto così facilmente. I movimenti, l’equilibrio, la visione. Può essere in uno spazio piccolo e ha ancora questa sensazione di potersi girare. La maggior parte delle volte è capace di fare la decisione giusta, non perde il pallone. Charles De Ketelaere ha ancora 21 anni, darà ancora moltissimo. Per questa ragione un club come il Milan ha fatto questo tipo di investimento“.

Cosa bisogna aspettarsi dal futuro?
“Ha una qualità che non sono sicuro sia allenabile, è innata. Molto, molto naturale, qualcosa che lo rende unico. È un vero atleta. È sempre stato abbastanza alto. Era magrissimo da bambino e ha avuto dei problemi sotto questo aspetto. È cresciuto un po’ troppo rapidamente tra i 15 e i 17 anni. Lo hanno anche provato come difensore centrale, non credevano potesse essere un attaccante. De Ketelaere ha faticato un po’, non giocava e pensava se avesse fatto la decisione giusta a lasciare il tennis. Ma quando è cresciuto, i progressi sono stati rapidi“.

Paul Okon termina così: “Per noi sarà complicato sostituire De Ketelaere. Non un bomber, ma uno che segna gol. Era capace di fare di tutto, segnare e fare assist. Può giocare in tante posizioni e questo è sempre positivo per un allenatore. Non sono sicuro che troveremo qualcuno come lui nei prossimi anni“.

Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

Vuoi condividere con noi news, foto, video, eventi e comunicati stampa? Contattaci al seguente indirizzo email: redazione@soloxmilanisti.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Advertisement

More in News

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: