Connect with us

Esclusive

ESCLUSIVA SXM, Manfredi: “Sono un convinto estimatore di Pioli. Ho paura dell’Europa League”

Published

on

L’intervista esclusiva all’opinionista di Top calcio 24

DICHIARAZIONI – Domenico Manfredi ha rilasciato alla nostra redazione il suo punto di vista sull’attuale momento del Milan. Di seguito l’intervista:

Buonasera sig. Manfredi, ieri è arrivata la prima vittoria in Champions. Come valuta la prestazione dei ragazzi?

“La prestazione è stata ottima come nel 90% delle partite di Pioli da quel famoso post lockdown. Io sono un convinto estimatore del mister e per me arriverà tra i grandissimi perché al Milan ha fatto dei miracoli, basandosi sul bel gioco. Quindi la reputo un’ottima prestazione come quella dell’andata, soltanto che in quel caso il risultato non ci ha detto bene, questa volta sì. Non so quanto questa vittoria sia conveniente ai fini della stagione perché potrebbe farci ritrovare in Europa League, invece sarebbe meglio uscire se non si riuscisse a passare il turno. L’Europa League sarebbe un bel fastidio e ho paura che la vittoria di ieri possa portarci verso quella direzione lì“.

Però è ancora possibile l’impresa di passare il turno. Lei ci crede?

“Credo sia molto difficile perché il Liverpool è partito forte come due stagioni fa: è un rullo compressore, le vince tutte. Lo abbiamo visto anche con il Porto, non c’è stata via di scampo. È una bella macchina da guerra. Ogni tanto Klopp fa turnover, ma alla fine giocano sempre Salah, Mané e giocatori di quel calibro, che sono immarcabili per le squadre italiane”.

Ieri la partita è stata decisa dal giocatore meno atteso: Junior Messias. Sarà l’arma in più di questo Milan da qui in poi?

“L’anno scorso l’ho visto molto bene, poi alla sua prima con il Milan dopo l’infortunio ha fatto un disastro, consentendo all’Atalanta di riaprire il match. Con la Fiorentina è entrato benino, mentre ieri molto bene. Evidentemente Pioli ha avuto ragione anche in questo caso. Può essere l’arma in più, soprattutto nei momenti di turnover e a gara in corso, anche grazie alla sua duttilità. È più offensivo di Saelemaekers, quindi può subentrare sulla fascia quando si perde, oppure può far rifiatare Brahim Diaz sulla trequarti. Finora le alternative allo spagnolo sono state Krunic e Daniel Maldini, ma se Messias è quello di ieri preferisco lui”.

Domenica invece torna il campionato e bisogna riscattare la sconfitta di Firenze. Cosa si aspetta dal match contro il Sassuolo?

“Il Sassuolo è una squadra che fa giocare, quindi sulla carta è una delle avversarie migliori da affrontare per il Milan. Mi aspetto una partita un po’ più semplice rispetto alle ultime vittorie e mi aspetto tanti goal, anche qualcuno concesso agli avversari. Davanti crea qualche grattacapo, ma i nostri difensori ieri hanno marcato Suarez e Griezmann. In difesa concede abbastanza e noi dobbiamo essere bravi a sfruttare le occasioni che ci capitano, non come a Firenze. Poi Leao ha riposato in coppa e Ibra viene da un grande secondo tempo nella sconfitta di sabato scorso. In più il Sassuolo ha perso Frattesi per squalifica. Sono tranquillo in vista della prossima gara”.

Dobbiamo credere nello Scudetto? È un obiettivo tangibile?

“Assolutamente sì. Lo scudetto è un obiettivo tangibile. Credo che l’Inter abbia la rosa migliore delle tre, ma il Milan gioca il miglior calcio. Se riuscissimo a non fare l’Europa League avremmo un bel vantaggio almeno sul Napoli. L’Inter crede un po’ di più nella coppa e sprecherà qualche energia in più. Se il Milan si concentra solo sul campionato diventa fattibile”.

Ringraziamo Domenico Manfredi per la sua disponibilità.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Esclusive

RASSEGNA STAMPA, I principali quotidiani di oggi

Published

on

GAZZETTA DELLO SPORT – “Juve, ecco Vlahovic” il titolo odierno della prima pagina della ‘rosea’. L’accordo tra giocatore e bianconeri sulla base di 7 milioni per 5 anni c’é, intesa vicina con la Fiorentina che potrebbe cederlo già a gennaio. Sempre in primo piano c’é anche l’Inter che è pronta ad affondare il colpo Robin Gosens: sfida al Newcastle per l’esterno atalantino. Intanto nell’altra sponda di Milano arriva Lazetic dalla Stella Rossa, con Pellegri in uscita (prestito al Torino).

In taglio alto SinnerBerrettini portano in alto l’orgoglio italiano agli Australian Open: entrambi sono approdati ai quarti di finale del torneo del grande slam. Continuando sulla destra, i sogni e le speranze di Sofia Goggia di tornare in tempo per le Olimpiadi Invernali di Pechino dopo l’infortunio di domenica.

In taglio basso la ‘grana derby’ per Simone Inzaghi che riavrà Alexis Sanchez e Lautaro Martinez soltanto 2 giorni prima del match contro il Milan. I rossoneri hanno fiducia nel recupero di Zlatan Ibrahimovic.

CORRIERE DELLO SPORT – Il quotidiano romano pone l’accento nella sua prima pagina sulla richiesta della Fiorentina per cedere Dusan Vlahovic: 70 milioni di euro. La Juventus ha preparato l’offerta per il club gigliato, servono i suoi gol per la zona Champions League. Pradé: “siamo pronti a tutto, non vogliamo perderlo a zero“.

L’immagine in primo piano è quella di Mario Balotelli che torna in nazionale dopo l’ultima apparizione risalente al 2018: enorme chance concessa dal CT Mancini in questo stage. Oltre a Super Mario, anche gli oriundi Luiz Felipe e Joao Pedro.

In taglio basso, sulla sinistra, l’Inter di Simone Inzaghi sulle tracce di Felipe Caicedo, attaccante del Genoa e pupillo del tecnico ai tempi della Lazio. Sempre in basso, al centro, il forfait di Sofia Goggia al ruolo di portabandiera alle Olimpiadi Invernali di Pechino: un brutto infortunio potrebbe costarle anche la partecipazione. Sulla destra il tennis con Sinner che ha superato in scioltezza De Minaur e raggiunge Matteo Berrettini ai quarti di finale degli Australian Open.

TUTTOSPORT – Il quotidiano torinese si apre con la grande bomba di mercato di queste ore: la Juventus ha presentato l’offerta ufficiale alla Fiorentina per Dusan Vlahovic. Il ds viola Pradé ha dichiarato: “siamo pronti a cederlo“. Molto dipenderà dalla volontà del giocatore, ore caldissime.

In taglio alto il tennis con gli italiani Jannik Sinner e Matteo Berrettini che sono approdati ai quarti di finale dello slam Australiano: il primo ha battuto il padrone di casa De Minaur e se la vedrà con Tsitsipas, il secondo ha sconfitto Carreno-Busta e giocherà contro Monfils.

Sulla destra il calciomercato di Serie A con l’Atalanta che ha ufficializzato Jeremie Boga dal Sassuolo, Pietro Pellegri verso il prestito al Torino, mentre in uscita per i granata ci sono Baselli (Cagliari) e Verdi (Salernitana) e l’Inter avrebbe in mente l’idea Caicedo: prestito secco per 6 mesi. Il giocatore dato il suo assenso alla destinazione.

In taglio basso, sulla sinistra, lo stage della nazionale con 7 volti nuovi e il ritorno di Mario Balotelli in azzurro. Sulla destra si parla di sci con l’infortunio di Sofia Goggia che potrebbe farle saltare le Olimpiadi Invernali di Pechino. Intanto alla Coppa Del Mondo quest’oggi si disputeranno lo slalom per gli uomini e il gigante per le donne.

Continue Reading

Esclusive

ESCLUSIVA SXM, Legrottaglie: “Ecco cosa deve fare il Milan per continuare a sognare lo scudetto”

Published

on

Le parole dell’ex difensore di Milan e Juventus

INTERVISTA – Nicola Legrottaglie, ex difensore che ha vestito le maglie di Juventus e Milan, è intervenuto davanti ai nostri microfoni, per parlare del confronto diretto tra rossoneri e bianconeri in programma domenica sera. E della situazione che si respira all’interno delle due società. Di seguito le sue dichiarazioni:

Milan reduce dal ko contro Lo Spezia, Juve dalla vittoria contro l’Udinese: che partita si aspetta di vedere?

“Sarà una partita che delibererà il cammino di entrambe le squadre. Il Milan, in caso di un altro stop, rischia di uscire quasi del tutto dalla lotta scudetto. La Juventus, in caso di vittoria, si ributterebbe dentro la mischia. I ragazzi di Pioli devono riprendere in mano lo spirito. Nella partita di ieri sono apparsi particolarmente scarichi, deconcentrati e superficiali. I Bianconeri, invece, stanno riprendendo equilibrio e compattezza. Vedo i rossoneri leggermente favoriti, perchè a livello di singoli al momento, sono superiori. Sarà sicuramente una partita, nella quale entrambe dovranno dare il massimo per vincere”

Ancora una volta, come lo scorso anno, una sconfitta contro Lo Spezia in un momento cruciale della stagione. I rossoneri salutano lo scudetto?

“Ancora no, ma di certo non possono più sbagliare. L’Inter difficilmente perderà colpi. I nerazzurri, grazie anche all’ottimo lavoro svolto dallo staff medico, non hanno perso nessun giocatore per infortunio o per Covid. Sta viaggiando letteralmente a bordo di una carrozza. Ad ogni modo, questo sarà un mese fondamentale per le sorti del campionato”

Prima la Juve, poi il derby: cosa servirà ai rossoneri per rialzare subito la testa?

“Spirito, gambe, identità. Tutte qualità che il Milan, da due anni a questa parte, ha ampiamente dato prova di possedere. Deve assolutamente riprendere il mano, se vuole continuare a lottare per lo scudetto”

Chi è, al momento, il migliore della rosa del Milan?

“Rafael Leao è un giocatore in grado di spaccare in due una partita quando è in forma. E’ dotato di una tecnica e di una rapidità di gioco davvero impressionati. E’ forse l’unico del Milan, insieme a Theo Hernandez, ad essere in possesso di questo tipo di qualità. Zlatan Ibrahimovic è importante, riesce ancora a risultare definitivo, ma ha bisogno di essere rifornito adeguatamente”

Ci saranno dei movimenti in entrata nel mercato del Milan?

“Si parlava di un difensore, ma non so fino a che punto possa servire. Romagnoli è tornato a disposizione e già contro la Juve, dovrebbe essere in campo. Mentre Tomori, al rientro dalla sosta, potrebbe aver recuperato. In modo da essere presente nel derby. Credo che eventualmente, potrebbe arrivare qualcuno, ma nella sessione estiva”

Chi può essere l’uomo decisivo per i bianconeri, per battere il Milan?

“Non ce n’è uno, la Juve ha uno stile di gioco corale. Nel quale ogni componente della rosa può risultare decisivo. Da Bentancur, a MC Kennie, a Bonucci, De Ligt, Chiellini. Dybala è sicuramente quello più tecnico, ma questa è una squadra che deve riuscire a ricavare la propria forza, partendo dal proprio gruppo”

Continue Reading

Esclusive

ESCLUSIVA SXM, Viggiani (RTL 102.5): “Il Milan colleziona grandi risultati. Per lo scudetto dico che…”

Published

on

Le parole del noto giornalista e speaker radiofonico

INTERVISTA – Max Viggiani, giornalista e speaker di RTL 102.5, è intervenuto ai nostri microfoni per parlare della corsa scudetto e non solo. Di seguito le sue dichiarazioni:

“Nonostante i tanti infortuni il Milan è secondo in classifica e lotta per lo scudetto. I rossoneri giocano un bel calcio, collezionano risultati importanti e hanno grande determinazione. Non sempre hanno la continuità di risultati, ma nella rosa di mister Pioli ci sono tanti calciatori giovani: dunque, tutto questo è normale”

Il Diavolo può vincere lo scudetto?

“Secondo me, il Milan non vincerà lo scudetto quest’anno. Però, comunque, proseguirà un percorso di crescita notevole e la prossima stagione aumenterà il livello della squadra. Se guardo tutte le avversarie in corsa per il tricolore, oggettivamente l’Inter è la squadra più attrezzata. I nerazzurri hanno una rosa di qualità e un allenatore preparato”

Con l’arrivo di mister Pioli si è verificato un netto miglioramento. Cosa ne pensa?

“E’ sempre stato sottovaluto, ma ha grande conoscenza del calcio e costruisce un ottimo rapporto coi calciatori che allena. In alcune parentesi della sua carriera è stato sfortunato e non ha potuto esprimere tutto il suo potenziale. Allenare il Milan non è semplice, ma Pioli ha dimostrato tanto in queste due stagioni

Sandro Tonali è ormai diventato un pilastro della formazione di Pioli. In merito a questo argomento, il noto speaker radiofonico ha parlato così:

“Sandro è il presente e futuro del Milan. E’ un giocatore molto importante, intelligente e utile alla squadra. La sua crescita è importante per i rossoneri  ma anche in ottica Nazionale. Per il suo bene, sarà importante il lavoro della dirigenza che dovrà preservarlo dalle voci di mercato. Senza eventuali distrazioni, Tonali potrà crescere tanto…”

Sulle possibili operazioni di mercato:

“Il Milan proverà ad acquistare un difensore. Circolano tanti nomi, ma sicuramente ci sono alcuni aspetti della rosa che vanno migliorati. Secondo me, però, sarà importante non stravolgere le dinamiche interne dello spogliatoio. Dunque, va bene rinforzare la squadra, ma senza variare gli equilibri. Inoltre, non dimentichiamoci del fattore Ibrahimovic. Lo svedese è fondamentale per le dinamiche dello spogliatoio”.

Infine, sguardo alla pandemia che è tornata prepotentemente ad investire il mondo del calcio:

“Il calcio è un tassello importante del nostro PIL e non potrà fermarsi nuovamente. Ci sono troppi interessi e sarà necessario trovare una soluzione per arginare il problema. Non possono accadere situazioni in cui si decide di rinviare solo alcune partite e far giocare, invece, squadre decimate dal Coronavirus. Inoltre, è necessario limitare gli interventi delle varie ASL: la salute viene prima di tutto, ma non si può decidere senza un filo logico. Serve un protocollo condiviso da tutti e regole chiare per fronteggiare una situazione difficile. La stagione deve proseguire.”

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: