Connect with us

News

Galliani: “Maldini è il Milan”

Le parole dell’amministratore delegato del Monza

Adriano Galliani, ad del Monza e grande ex dirigente del Milan, ha rilasciato queste parole durante il Festival dello Sport a Trento: 

Su Allegri:

“Gli voglio molto bene. Allegri è arrivato al Milan e ha vinto lo scudetto e la Supercoppa italiana. Per quattro su quattro si è sempre qualificato agli ottavi di Champions. Poi è andato alla Juventus e ha vinto cinque scudetti. Se adesso le cose non vanno bene, la colpa non è forse solo dell’allenatore. Io ho una teoria: lo sport è ciclico, prima vinci tanto e poi c’è un periodo in cui non riesci a vincere. E’ successo a tutti, dal Real al Barcellona, dal Milan all’Inter”

Galliani
Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

Su Giovanni Galli:

“Arriva appena compriamo il Milan nel 1986. E’ stato un portiere bravissimo che ha avuto la fortuna di avere davanti una difesa incredibile. Va detto che quando ti arrivano pochi tiri in porta non è facile per un portiere”

Su Sebastiano Rossi:

“Psicologicamente è stato il portiere più forte che abbiamo avuto. Ogn prendevo un nuovo portiere, ma alla fine gioca lui. Era fortissimo di testa”

Su Dida:

“Spesso vado a rivedere i rigori della finale di Champions League a Manchester nel 2003. Dida ne parò tre. Dopo facciamo una festa per la vittoria della coppa, mi trovo al tavolo con un medico e gli dico che ogni tanto rivedevo il rigore di Sheva e mi veniva paura che lo sbagliasse. Sapete cosa mi disse il medico? Che ero irrecuperabile (sorride, ndr)”

Su Gigio Donnarumma:

“Ci ha regalato l’ultimo trofeo dell’era Berlusconi al Milan, parando il rigore a Dybala nella Supercoppa italiana. Se è arrivato al Milan il merito è di Mauro Bianchessi. Un giorno arriva nel mio ufficio dicendo che dovevamo prenderlo anche se stava firmando con l’Inter. Alla fine siamo riusciti a prenderlo noi, aveva 14 anni e a 16 anni ha fatto il suo esordio in Serie A. L’anno scorso è stato eletto miglior giocatore dell’Europeo”

Su Buffon:

“Abbiamo provato in tutti i modi a prenderlo dal Parma, ma sua mamma non ha voluto. Buffon sarebbe potuto arrivare al Milan a 14 anni, siamo stati molto vicini a prenderlo”

Sui portieri:

“Avevo preso Lloris, aveva firmato anche il contratto. Appena avremmo venduto Abbiati al Palermo sarebbe arrivato. Abbiati però non volle andare al Palermo e quindi saltò tutto”

Su Maldini:

Maldini? Paolo è il Milan, perché il suo papà era il Milan. Le caratteristiche tecniche di Paolo si conosco. Il papà nel ’63 alza la Coppa dei Campioni e 40 anni dopo sempre in Inghilterra dopo Cesare tocca a Paolo alzare questo trofeo. Non è successo a nessuna squadra d’Europa. Cesare mi diceva sempre, anche durante le trattative per i rinnovi contrattuali, che non avrebbe mai portato Paolo lontano dal Milan. E lui ha ripreso educazione e moralità proprio dal suo papà. Abbiamo ritirato la maglia numero 6 di Baresi e la 3 di Maldini. Quella di Paolo può essere usata solamente da uno dei figli. Perché Paolo è entrato nel club solo quando sono andato via io? Io ho offerto a lui tutte le altre posizioni che non fossero la mia. E lui non ha accettato. Il mio posto non gliel’ho dato perché non sono così generoso e non volevo andare via dal Milan. Io offrii a lui anche la gestione del settore giovanile. Probabilmente magari non doveva succedere in quel momento, c’è il momento in cui devi entrare e devi andare via. E’ successo così, ora sta dimostrando di essere un grandissimo dirigente. Lo abbraccio ad ogni partita, affetto sincero e sono felice per lui. Maldini il condor del futuro? Lascio volentieri a lui questo ruolo.

Vuoi condividere con noi news, foto, video, eventi e comunicati stampa? Contattaci al seguente indirizzo email: redazione@soloxmilanisti.com

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FcTables.com

Ultimi articoli

Focus

Facebook

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: