Connect with us

News

GAZZETTA, in forma e a fari spenti: Con un Milan da 10 rimonta possibile

I rossoneri credono ancora allo scudetto:

TUTTO E’ POSSIBILE – A Firenze si è visto forse uno dei migliori Milan della stagione. SI è vista una squadra che dopo le sconfitte contro Napoli e Manchester United, ha saputo reagire alla grande. Con trenta punti ancora a disposizione prima del termine del campionato, il sogno scudetto non è affatto tramontato. I ragazzi di Pioli, come riportato dall’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, hanno più di un motivo valido per poter pensare di mettere pressione all’Inter di Antonio Conte. E perchè no, di portare a casa il tricolore. I rossoneri sono un gruppo unito e affiatato e questo è un dato oggettivo, sotto gli occhi di tutti. Piano piano inoltre tutte le colonne portanti della squadra stanno tornando a disposizione di mister Pioli. Ibrahimovic ha ampiamente dimostrato di trovarsi nel top della forma. Ma contro la Fiorentina ha effettuato il suo rientro sul rettangolo verde Ismael Bennacer. Dopo più di tre mesi, l’algerino tornerà ad affiancare Kessie in mediana. Il centrocampo finalmente verte in condizioni ideali.

IL CALDENDARIO SORRIDE – Nelle prossime 4 partite, il Milan affronterà Sampdoria, Parma, Genoa e Sassuolo. Tutte squadre ampiamente abbordabili, contro le quali ci sono tutti i presupposti per tornare a casa con il bottino pieno. Dodici punti che avvicinerebbero sicuramente i rossoneri all’obiettivo Champions League ma il sogno scudetto non è ancora tramontato. Per un fattore psicologico la squadra di Pioli è vantaggiata. A differenza dell’Inter, non ha l’obbligo di vincere il tricolore e può giocare le prossime partite con la mente tutto sommato più libera. E questo non è poco. L’attacco ha ripreso a funzionare, il centrocampo pure. E in difesa, da quando Tomori ha iniziato ad affiancare Kjaer, i risultati si sono visti. Tutto è ancora possibile con questo Milan. I nerazzurri farebbero meglio a non abbassare la guardia.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *