Connect with us

News

Gazzetta, Romagnoli: serve farlo rifiatare. Pioli riflette…

Alessio Romagnoli, capitano della squadra rossonera, sembra essere in difficoltà in una stagione che non è mai decollata. Pioli valuta come gestirlo ed Elliot ragiona sul contratto in scadenza nel 2022.

La stagione del 26enne italiano sembra non decollare, neppure quando il Milan giocava sul velluto e portava a casa risultati vincenti. Le grandi prestazioni del Capitano, affermatesi nelle scorse annate, vengono cancellate da un solido e cinico Simon Kjaer, diventato punto di riferimento per la difesa milanista. Ora che gli ingranaggi del Diavolo si sono inceppati, il problema è diventato evidente: parlano chiaro l’ingenuità su Falcinelli, le fatiche con Dzeko e Mertens, il rigore su Pussetto e, in ultimo, l’incapacità di contenere Lukaku.

La causa potrebbe essere l’infortunio al polpaccio destro che lo aveva tenuto fuori tre mesi, preparazione estiva inclusa. Ma, siamo a metà febbraio ormai, il tempo di raschiare la ruggine è passato e i tifosi sembrano non avere più pazienza. Se, infatti, c’è una parte del popolo rossonero a ricordare come Alessio sia stato un pilastro della difesa rossonera, l’altra parte si spinge a dire che i progressi e la crescita si sono fermati già da un pezzo.

Se, infatti, il problema incappa sulle condizioni fisiche, sarebbe cosa buona e giusta riservargli un lavoro specifico in settimana, lasciando il posto da titolare a Tomori.

Infine, il discorso “contratto”. Attualmente Romagnoli percepisce uno stipendio da 3,5 milioni netti, ma per un eventuale rinnovo, Raiola ne chiede minimo 5. Elliot studia per bene quale strada imboccare, non tralasciando il discorso “bilancio”. Intanto a lui non resta che la strada maestra: dimostrare sul campo di poter tornare ai suoi livelli in tempi brevi con addosso la fascia al braccio.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *