Connect with us

News

GDS, Juve-Milan vale un campionato: tocca ai big eterni e diversi

Published

on

Cristiano e Zlatan, duello per la Champions sulle orme dei grandi che hanno deciso questa sfida

TORINO – Baggio, Ravanelli, Vialli, Weah. Chi più ne ha, più ne metta. Tanti i campioni che hanno deciso Juve-Milan. Questa sera, a Torino, toccherà a quei due. A Cristiano Ronaldo da una parte e Zlatan Ibrahimovic dall’altra. Non si gioca per lo scudetto ma per una qualificazione in Champions League di fondamentale importanza per entrambe le squadre.

Cristiano Ronaldo e Ibrahimovic sono ancora i migliori. Valori aggiunti

Andrea Pirlo lo ribadisce chiaro e tondo, e ha assolutamente ragione. Anche solo alla luce dei gol segnati dai due in questo campionato: 27 in 30 partite il portoghese; 15 in 18 lo svedese. Sua maestà, grazie alla doppietta siglata contro l’Udinese, ha zittito sul campo le critiche che gli erano state mosse in seguito ad alcune prestazioni molto altalenanti. Dio Zlatan, contro il Benevento non ha segnato vero. Ma con il suo ritorno in campo dopo 3 giornate di assenza, i rossoneri hanno portato a casa i tre punti dopo due ko consecutivi.

GEMELLI DIVERSI – L’edizione odierna della Gazzetta dello Sport, spiega che Cristiano e Zlatan si assomigliano in tante cose, a cominciare dall’eternità (75 anni in due), dalla poderosa considerazione di sé e dal passaggio a Sanremo. Il portoghese segna e festeggia per conto suo con il siuuu. Ibra allarga le braccia e le riempie di compagni. CR7 trasmette coraggio, il numero 11 rossonero sprona i suoi con le urla e li fa crescere ogni partita che passa. CR7 è il primo in A per gol fatti e l’ultimo per aggressione a un avversario con la palla, Ibra è più immerso nel gioco della squadra; CR7 ha vinto 5 Champions e 5 Palloni d’oro, Ibra ha fatto segnare 11 gol a Nocerino; CR7 non sa se resta, Ibra resterà. È anche la loro notte. Una notte da leoni anzi da campioni.

In Evidenza

PIOLI: “Il Torino è forte, Juric sta facendo un bel lavoro”

Published

on

Le parole del tecnico rossonero alla vigilia della sfida contro il Torino

CONFERENZA – Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida di domani sera contro il Torino di Juric. Ecco le considerazioni del tecnico rossonero:

Il Milan sta subendo troppi gol?

“Dobbiamo essere più attenti e comunicare meglio. Per vincere è importante subire pochi gol”

Come commenta la classifica?

“E’ troppo presto, nove giornate sono niente. E’ giusto però che i tifosi siano contenti e orgogliosi di questa squadra. Ora pensiamo alla partita di domani e poi a quella successiva” 

Come ha visto Ibra e Giroud a Bologna?

“Le ultime sono state due gare particolari. Quando abbiamo bisogno di più fisicità abbiamo la possibilità di mettere Ibra e Giroud. Entrambi non sono al 100%, la cosa importante è che diano continuità sia in allenamento che in partita”

Quanto è allarmante quello che non è andato nelle ultime partite?

“Per me non siamo stati all’altezza solo nella gara di Porto, dovevamo fare meglio. In Italia ci sono avversari forti, come lo è domani il Torino. Lavoriamo tutti i giorni per fare sempre meglio e continuare a crescere”

Cosa pensa del rapporto tra arbitri e allenatori e degli ultimi episodi arbitrali in Serie A?

“Bisogna partire dalla base che gli arbitri siano sempre in buona fede e di conseguenze devi accettare questa situazione. Mi interessa vedere uniformità nelle partite: il regolamento è uno, poi ogni arbitro ha il suo modo di arbitrare, ma mi interessa ci sia uniformità nei 95 minuti”

Come stanno Theo e Kessie?

“Se oggi Theo si allena in squadra ci sarà anche se non dall’inizio. Kessie sta bene e sarà disponibile”

Siamo arrivati ad un crocevia importante della stagione?

“Il calendario è fitto, la competitività è alta. Il Torino è forte, Juric sta facendo un grande lavoro. Sono tanti esami importanti, è presto però per dire che siamo ad un bivio. Noi dobbiamo cercare di affrontare al meglio ogni partita”

Ieri il Milan ha guadagnato punti su tutte le altre…

“Siamo forti e competitivi, ma le partite di ieri mi hanno confermato che dovremo tenere alto il livello delle nostre prestazioni se vogliamo lottare fino alla fine”

Che Belotti si aspetta domani?

“Mi aspetto un Torino battagliero e propositivo. Non so nemmeno se Belotti se giocherà o meno, non è un mio problema l’atteggiamento con cui entrerà in campo” 

Come giudichi la stagione di Pobega al Torino?

“Tommaso sta facendo molto bene. Ha le caratteristiche giuste per il gioco di Juric, è in continua crescita”

Cosa si aspetta dal Torino?

“Mi aspetto una partita in cui dovremo battagliare. Dovremo muoverci bene senza dare punti di riferimento”

Giocherà Tatarusanu?

“Sta crescendo, lui ha giocato poco ma sta facendo delle belle prestazioni. Mirante è un po’ indietro di condizione, domani giocherà Tatarusanu”

Kessie o Tonali possono fare i trequartisti?

“Ad inizio partita no perchè abbiamo Krunic e Maldini che sanno giocare in quel ruolo. E’ importante avere tutti e 4 i mediani a disposizione”

Quanto è importante la partita di domani?

“Ogni partita vale tre punti. Quando affronteremo gli scontri diretti ci può stare di perdere qualche punto. Io sono convinto che vincerà il campionato chi farà più punti contro le altre squadre. Domani dovremo essere molto lucidi nelle scelte”

Cosa serve al Milan per migliorare ancora?

“L’ulteriore step è arriva in alto fino in fondo. Siamo in alto da tanto tempo, l’anno scorso abbiamo perso dei punti. Servirà ancora maggiore continuità e pochi passi falsi. Dobbiamo vincere anche le partite sporche, quelle in cui non giochi bene. Abbiamo le qualità per ottenere i tre punti anche quando siamo in difficoltà”

La posizione di Ibrahimovic è una sua scelta o caratteristiche proprie dello svedese?

“Entrambe. Non conta chi abbiamo tra le linee, ma dobbiamo starci. Abbiamo fatto un ottimo movimento nella prima espulsione del Bologna. Dobbiamo avere giocatori tra le linee, giocatori in profondità e aperti: se non sono sempre gli stessi, poi, significa che siamo ancora un po’ più imprevedibili”

Domani sarà una partita come quella di Porto?

“Il Porto non ci ha aggredito alto, hanno avuto un centravanti che ha lavorato bene sui nostri centrali. Il Verona e il Torino, che giocano un calcio simile, verranno a pressare alti, dovremo essere bravi a muoverci e a trovare gli spazi giusti per fare male ai granata”

Il suo Milan fa tanti punti in trasferta…

“Credo che siamo la squadra migliore in Europa per punti in trasferta. Noi vogliamo giocare sempre il nostro calcio. Riuscire a mantenere certi numeri in trasferta sarebbe davvero una grande cosa”

Continue Reading

News

QUI TORINO, Ansaldi salta il Milan

Published

on

Lesione di primo grado al bicipite femorale per il giocatore granata

LE ULTIME – Gli esami odierni a cui si è sottoposto Cristian Ansaldi hanno evidenziato che il giocatore del Torino ha riportato una lesione di primo grado al bicipite femorale della coscia destra. Il giocatore quindi non sarà disponibile per la trasferta di San Siro in programma domani sera. Quando i ragazzi di Juric dovranno vedersela contro il Milan di Stefano Pioli.

Continue Reading

News

INFORTUNATI, Si ferma anche Castillejo

Published

on

Lo spagnolo sarà indisponibile fino alla soste di novembre

INFORTUNATO – Durante il corso del match contro il Bologna, Samu Catillejo si è visto costretto ad abbandonare il rettangolo di gioco a causa di un problema ai flessori. Come riporta il Corriere dello Sport, nella giornata di ieri lo spagnolo ha saputo con certezza che sarà indisponibile almeno fino  alla sosta di novembre. In compenso, l’infiammazione che ha bloccato Pellegri per il Bologna, dovrebbe avergli dato tregua. 

Continue Reading

SOLOXMILANISTI TV

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: