Connect with us

Editoriali

Milan, La vita è bella finché si gira Giroud

IDOLO – “Giroud è un buon attaccante, ma…” “Utile, ma segna poco” “Vecchio bollito che viene a percepire la pensione”. Quante frasi del genere si sono sentite quando Oli è arrivato a Milano. I veri campioni però traggono motivazione dalle critiche e lui ha condotto il Milan verso uno scudetto indimenticabile a suon di goal decisivi. È stato il protagonista di momenti irripetibili, è diventato lo sfondo degli smartphone. Si è conquistato lo status di idolo delle folle rossonere. Un rapporto così viscerale tra un calciatore e i tifosi non si vedeva dai tempi dei campioni del Milan di Ancelotti e dal primo Ibra.

CONTINUITÀ – I più scettici si sarebbero aspettati un calo dopo la cavalcata-scudetto e invece Oli ha risposto con 4 goal in campionato, tra cui l’ennesima sentenza nel derby e la rete con il Napoli, e 4 goal nella fase a gironi di Champions League. Otto reti e siamo solo ai primi di novembre: così, per zittire chi sostiene che sia poco prolifico. Arriviamo a mercoledì: l’ultimo numero nove a siglare una doppietta in Champions era stato un certo Pippo Inzaghi in un Milan-Real Madrid del 2010. Da allora, tra annate fallimentari e fantomatiche maledizioni, nessun numero 9 è stato all’altezza della storia del club. Nessuno fino a Giroud.

Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

GESTIONE – Nonostante i due goal, la giocata da vedere e rivedere è la sponda deliziosa per il goal di Krunic. Ciò conferma quanto sia completo l’attaccante francese. Certo, ogni tanto commette qualche errore, ma giocare a questi ritmi una volta ogni tre giorni non è una questione banale per un 35enne. Ora ci sono tre partite da vincere prima della pausa Mondiale e probabilmente si alternerà con Origi. Poi (forse) partirà con la Francia, accumulando fatica su fatica. La sua condizione fisica è eccezionale, ma sarebbe importante preservarlo poiché questa stagione finirà a inizio giugno. Non si sa quanto durerà questa meravigliosa storia d’amore, ma una cosa è certa: la vita è bella finché si gira Giroud.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *