Connect with us

News

IBRAHIMOVIC, Torna lo svedese e il Milan ritrova i tre punti! C’è una dato che sorprende tutti…

Published

on

Lo svedese gioca e segna

IL DATO – Si muove nello spazio, aiuta i compagni ed è il leader della squadra. Zlatan Ibrahimovic, dopo i minuti di rodaggio contro il Manchester United, è tornato in formato super con la Fiorentina. L’attaccante del Diavolo ha “aperto le danze” nella vittoria di ieri, con un goal da centravanti d’esperienza: gioca sul filo del fuorigioco, prendere il tempo all’avversario e non sbaglia dinnanzi alla porta. Addirittura, per incornare il grande ritorno dopo le noie muscolari, stava per realizzare una doppietta in 45′. Tra Covid e infortuni, bisogna ammettere che Ibrahimovic non è sceso in campo molte volte. Però, nelle volte in cui ha giocato, ha sempre lasciato il segno: infatti, il gigante svedese ha realizzato 15 goal in altrettante partite di Serie A. Quindi, una rete a incontro. Alla soglia dei 40 anni, quello appena citato, è una dato che lascia tutti a bocca aperta. Con grinta e qualità, l’attaccante rossonero riesce ancora a fare la differenza.

IBRAHIMOVIC C’E’ E SI VEDE – Si è caricato l’attacco sulle spalle e con grande personalità – quella che lo contraddistingue dagli altri – ha riportato il Milan alla vittoria. Al termine della “battaglia sportiva” di Firenze, il centravanti rossonero ha dichiarato:

“Mi sto prendendo le responsabilità, aiutando dentro e fuori dal campo. Ho giocato tutta la gara, è un momento intenso, adesso c’è la sosta. Volevamo vincere a tutti i costi, abbiamo mostrato il carattere e bisogna continuare”.

Superata la sosta per le nazionali, servirà il miglior Ibrahimovic per chiudere al meglio la stagione e magari, qualificarsi alla prossima Champions League!

Continue Reading
Click to comment

In Evidenza

TATTICA-MENTE, Un tempo di ombre e un tempo di luci in Milan-Verona

Published

on

L’analisi della partita di ieri

PRIMO TEMPO – Durante la prima frazione è andato in scena il momento più difficile di questo inizio di campionato. Mai il Milan finora aveva sofferto tanto il pressing avversario, non riuscendo praticamente mai a prendere in mano le redini del gioco. L’intensità del Verona dà i suoi frutti già al minuto 7 con il goal di Caprari. L’azione è nata da un clamoroso appoggio sbagliato di Ballo Touré, da lì in poi si possono evidenziare almeno tre errori in serie: il primo è di Bennacer che respinge centralmente nel tentativo di anticipare Kalinic, poi Kessie arriva in netto ritardo sulla respinta, e infine un Calabria distratto si fa infilare dal movimento dello stesso Caprari. In generale gli Scaligeri sembravano assatanati per quanto corressero: i raddoppi erano sistematici e il centrocampo rossonero ha fatto una fatica immensa nel costruire azioni. Data la presenza di Giroud, si è cercato spesso di alzare il baricentro per via aerea, più che con il fraseggio. Il rigore del raddoppio è un svista del var che non segnala il pestone di Kalinic su Romagnoli, ma anche qui Tomori si ritrova solo contro due avversari prima del cross di Lazovic.

SECONDO TEMPO – L’Hellas ha subito diverse rimonte in questo campionato e non è un caso. Giocare in maniera così intensa alla lunga non paga se non si hanno tutti i giocatori in forma smagliante. Il calo degli avversari è stato evidente, ma è dovuto anche al diverso atteggiamento del Milan, molto più propositivo e convinto rispetto al primo tempo. Dunque, prima Giroud di testa, poi Kessie su rigore e infine l’autorete di Gunter ribaltano la partita. Non sono le uniche occasioni: i rossoneri hanno creato almeno due o tre altre palle-goal nitide e dopo l’1-2 si è avuta la costante impressione che sarebbero arrivati i 3 punti. É bastato un tempo di assedio per risolvere una pratica che all’intervallo sembrava insormontabile. Per questa ragione questa vittoria vale più delle altre e ci permette di continuare a sognare.

Continue Reading

Calciomercato

MILAN, Adli: “Quando Maldini ti chiama non c’è bisogno di pensarci troppo”

Published

on

Le parole del centrocampista francese prossimo ad indossare la casacca rossonera

LE PAROLE – Attraverso un’intervista concessa a Telefoot, Yacine Adli ha parlato del suo prossimo trasferimento al Milan. Di seguito le parole del centrocampista in prestito al Bordeaux:

“Quando Maldini ti chiama per spiegarti che un grande club come il Milan ti vuole, non c’è bisogno di pensarci molto. È motivo d’orgoglio, anche per le mie origini. Non lo avrei mai immaginato”

Continue Reading

News

SOCIAL, Ibrahimovic: “Voi camminate, io volo”

Published

on

SOCIAL – Sul proprio profilo Instagram, Zlatan Ibrahimovic ha commentato con grande soddisfazione il suo rientro in campo, verificatosi nella sfida contro il Verona. Lo svedese è entrato sul rettangolo di gioco al 77′ minuto, proprio qualche istante prima che arrivasse l’autorete di Gunter.

Continue Reading

SOLOXMILANISTI TV

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: