Connect with us

In Evidenza

KJAER: “Contro il Manchester scenderemo concentrati e determinati”

Published

on

Le parole di Simon Kjaer in vista della sfida di ritorno di Europa League contro il Manchester United

CONFERENZA – Conferenza stampa delle 14.30 per Simon Kjaer, prima dell’attesissimo match di ritorno contro lo United. Ecco le sue parole nella conferenza di rito:

Bisogna migliorare qualcosa rispetto alla gara d’andata?

Bisogna sempre migliorare. La partita d’andata dice che le cose che abbiamo fatto là sono positive ma dobbiamo sempre migliorare. Dobbiamo continuare così””

Superare il turno battendo il Manchester, cosa darebbe in più al gruppo?

“Abbiamo fatto tanto adesso e abbiamo percorso un tragitto lungo . Abbiamo affrontato le difficoltà con la giusta mentalità e dobbiamo sempre così continuare così. Battere il Manchester è importante, da un segnale al gruppo, significa che siamo cresciuti fisicamente e mentalmente”

Quanto è importante il rientro di Zlatan Ibrahimovic?

“Ibrahimovic dà sempre qualcosa al gruppo sia quando è dentro che fuori dal campo. Chiaramente non sono il mister e non posso dire quali saranno le sue chance di giocare domani. Di certo la sua presenza è molto importante per noi”

Quanto il Manchester ti ha sorpreso e quanto cambia il lavoro difensivo con Cavani titolare?

“Da parte nostra sapevamo di affrontare una squadra di qualità. Sapevamo che se avessimo giocato con le nostre capacità avremmo dato filo da torcere. Conoscono bene Cavani, la sua carriera parla da sè. Ma non cambia la nostra mentalità, perchè abbiamo fiducia nei nostri mezzi”

Cosa ha fatto che sì che il Milan e Kjaer diventassero una coppia perfetta?

“Sin dal primo giorno di quando sono arrivato mi è stato chiesto di aiutare lo spogliatoio, soprattutto i più giovani. Il gruppo è stato fantastico fin da subito. Ha sempre voglia di imparare e migliorare. E’ stato un bel percorso insieme e anche io ho imparato qualcosa. Dobbiamo migliorare tutti i giorni”

Su Tomori, ti aspettavi un impatto così positivo da parte sua? Pareggiando la gara d’andata, vi da una consapevolezza in più?

“Tomori non lo conoscevo, però la mentalità che lui usa è importante. Ha fame e vuole far vedere tutte le sue capacità. E’ un difensore aggressivo e veloce. Le partite che abbiamo fatto ci hanno fatto capire i movimenti da fare, una cosa importante per i difensori centrali. E’ un giovane con tantissime qualità”

Cosa rispondi alle dichiarazioni di Eriksen? (“Kjaer gioca nella squadra sbagliata”)

“Non lo so. Non sapevo che avesse parlato di me In generale, vi dico che avrà scherzato”

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Evidenza

TS, Il Diavolo è già caldo per i Reds

Published

on

I rossoneri si prendono la vetta della classifica e in 18 minuti sbrigano la pratica Salernitana

GESTIONE – Milan che non sbaglia e torna, da solo, in testa alla classifica. I rossoneri sfruttano al meglio un turno di campionato agevole, battendo la Salernitana in 20 minuti e sorpassano il Napoli che cade in casa per mano dell’Atalanta. Un pomeriggio sereno a San Siro, bastano 4 minuti e Kessie sblocca il match su un assist di Leao e la Salernitana è già sotto. L’infortunio di Pellegri è la solita costante con la quale convivere: peccato per il ragazzo che voleva sfruttare la chance concessa da Pioli e invece è costretto a dare forfait dopo pochi minuti. Ibra però resta a guardare perché è Krunic che va ad occupare la posizione di attaccante insieme a Diaz e proprio da quest’ultimo nasce il gol del 2-0 con un bel sinistro di Saelemaekers che ritrova il gol dopo un anno e dedica la rete a Simon Kjaer. La partita sostanzialmente finisce li, con i rossoneri che provano ad ampliare il vantaggio ma Belec non è dello stesso avviso e nega il gol a Messias e Diaz che ci provano a più riprese. Rossoneri che si godono la vetta delle classifica e adesso possono canalizzare tutte le energie nella partita di martedi dove ospitano il Liverpool già qualificato per un match che può riaccendere il sogno degli ottavi di finale di Champions League.

Continue Reading

In Evidenza

CDS, Milan gol e infortuni il prezzo del primato

Published

on

Milan che gestisce la partita e la indirizza in 18 minuti con Kessie e Saelemaekers: primato in classifica ma gli infortuni non danno tregua a Pioli

MILANO – Dopo le due sconfitte consecutive contro Fiorentina e Sassuolo, il Milan è guarito. Altra partita e altra vittoria per gli uomini di Pioli che sbrigano la pratica Salernitana in 18 minuti. Troppa differenza tra le due squadre per pensare ad una gara trabocchetto. Il Milan la gestisce bene e dopo 18 minuti è già padrone della gara con il doppio vantaggio siglato Kessie e Saelemaekers. La vittoria permette al Milan di tornare in testa dalla classifica e in solitaria, complice la sconfitta casalinga del Napoli contro l’Atalanta. Tanti sorrisi nel pomeriggio di San Siro, per un Milan ritrovato che adesso può concentrarsi sul Liverpool. Un unico neo è rappresentato però dalla costante infortuni, che continua a tormentare i rossoneri: Pellegri, titolare per la prima volta in stagione è costretto ad abbandonare il campo dopo 15 minuti e Leao viene sostituito all’intervallo a scopo precauzionale dopo un colpo subito nella prima frazione di gioco. Rossoneri che quindi vincono e si confermano una candidata credibile per lo Scudetto; i 38 punti in 16 rappresentano il miglior inizio di stagione dal 2003-2004 anni in cui il Milan di Ancelotti divenne Campione d’Italia.

Continue Reading

In Evidenza

GDS, Milan sul velluto

Published

on

Rossoneri che collezionano la seconda vittoria consecutiva: contro la Salernitana bastano due reti in 18 minuti per chiudere la partita

MILANO – I rossoneri non inciampano sull’ostacolo Salernitana e portano a casa la partita contro l’ultima in classifica. Troppa differenza tecnica tra le due squadre e partita già in ghiaccio dopo 18 minuti con il Milan che chiude il match con le reti di Kessie e Saelemaekers.
Rossoneri che si permettono il lusso di giocare con le rotazioni: Tonali e Bennacer giocano solo uno spezzone di gara, Ibra a riposo per 90 minuti malgrado Pellegri sia costretto ad abbandonare il campo dopo solo 15 minuti. Una partita di totale controllo e quasi mai in bilico con la squadra campana, praticamente inesistente in zona offensiva che lascia gestire il match ai padroni di casa. Gli uomini di Pioli tuttavia, sperimentano anche un modo di giocare senza punte: l’infortunio di Pellegri, permette l’ingresso in campo di Krunic che disputa un’ottima partita, giocando a cavallo tra il ruolo di prima punta e quello di rifinitore alternato a Diaz.
I due sfioreranno la rete in più riprese con un Belec abile ad evitare un passivo più pesante per i suoi. Rossoneri vittoriosi, che ritrovano la testa della classifica in solitaria e adesso possono concentrarsi sul Liverpool per una partita che vale una stagione.

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: