Connect with us

News

La Gazzetta dello Sport: “Milan, che lezione”

Una partita da dimenticare per il Milan, che potrebbe trasformarsi in una giornata di Serie A intera da dimenticare, se alla sconfitta di ieri si aggiungesse il sorpasso dell’Inter, che stasera affronta la Lazio. Il calcio sarà anche uno sport poco prevedibile, ma va detto che ieri è stata la peggior prestazione da quando Stefano Pioli allena il Diavolo, escludendo il 5-0 a Bergamo del dicembre 2019. I suoi ragazzi non reggono bene la partita per tutti i 90 minuti, venendo letteralmente surclassati dallo Spezia, sempre in controllo del match. Ora Pioli avrà bisogno di risposte, delle quali ce ne sono state abbastanza, dopo le sconfitta di quest’annata, se pensiamo al Lille, la Juventus e l’Atalanta. Non accadeva da 419 giorni che i rossoneri chiudono una partita fuori da San Siro con una sconfitta. Bisognerà rifarsi contro la Stella Rossa e l’Inter.

Il match contro i bianconeri è tutto di Italiano e la sua squadra, che non cede spazio ai rossoneri. Pressione, contropiedi, tiri in porta…tutto ciò che il Milan non ha potuto gestire in maniera corretta. Si è visto di fatto anche dal contropiede partito dallo sbaglio di Theo Hernandez, che in fase di avanzamento perde il pallone e permette ad Agudelo di ripartire. Con l’aiuto di Gyasi, alla fine è Maggiore che a porta vuota non ha problemi ad insaccare e portare in vantaggio lo Spezia. Mentre il primo gol nasce da uno sbaglio da parte del Milan, il secondo è un vero capolavoro da parte della squadra ligure. Uno schema di punizione indiretta con un tiro diritto nell’angolino alto (imparabile per Donnarumma) mette il risultato al sicuro (2-0). C’è poco da dire, è stata una “lezione di calcio“, come riferisce la “Gazzetta dello Sport”, da parte di Italiano e i suoi ragazzi, che avrebbe potuto finire anche 3-0, ma al 90′ è la traversa a salvare i rossoneri.

Il campionato è ancora lungo. Il prossimo impegno riguarda una competizione differente, una chance per ripartire e far dimenticare la sconfitta di ieri. Nulla è perso fino a qui, perche il Milan resta sempre in vetta della classifica e saldamente in zona Champions League. Come detto anche da Pioli stesso, che dello scudetto se ne parla a maggio. Di certo non adesso giocando così. Il prossimo passo prevede fare bene anche in Europa League. Al derby si decideranno tante cose, così come nella partita successiva contro la Roma. Ma non bisogna mollare in un momento come questo.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *