Connect with us

Editoriali

Milan-Chelsea, le pagelle: Bene Bennacer e Gabbia. Nessun voto per Tomori

Il Milan gioca venti minuti di grande intensità e tecnica, chiudendo il Chelsea nella propria metà campo. Poi l’arbitro diventa il protagonista del match: il rigore concesso agli inglesi è ridicolo, l’espulsione indescrivibile. Jorginho si ricorda come si battono i rigori ed è impeccabile. Al 34esimo ci pensa Aubameyang a chiudere i conti nel primo tempo. I rossoneri hanno qualche occasione per fare goal durante la partita, ma Giroud e Dest sono poco precisi davanti alla porta.

TATARUSANU 6 – Non può nulla sul rigore di Jorginho, il secondo goal lo prende sul suo palo, ma non ha particolari colpe. Compie una bella parata su Mount e un’altra su Aubameyang nella ripresa. SPIAZZATO.

KALULU 6.5 – Buoni primi venti minuti da terzino, buoni tutti i seguenti da centrale. Dimostra una volta in più di essere il difensore più in palla del Milan. POTENTE.

GABBIA 6.5 – Con la squadra in 11, compie una serie di interventi di buon livello. Poi, con l’inferiorità numerica, va in difficoltà in un paio di circostanze. Si fa ammonire e rischia il secondo giallo. Nel complesso la sua è una prova di personalità. SORPRENDENTE.

TOMORI N.C. – Non voglio mettere un’insufficienza a Fik. Il “fallo” del rigore è un normale intervento per contrastare l’avversario. Lo stesso Mount continua l’azione e tira in porta senza mai lamentarsi. Rigore ed espulsione non sono commentabili senza che si sfoci nell’insulto. AFFARE DREYFUS.

T. HERNANDEZ 5.5 – Parte bene, giocando da mediano in fase di impostazione. Sul secondo goal non è reattivo e si fa bruciare da Aubameyang. INCANTATO. (Dall’80’ B. TOURE S.V.).

Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

KRUNIC 6 – Inizia la gara con la solita tigna, poi tocca pochissimi palloni a causa delle circostanze sfavorevoli. Gioca anche terzino prima dell’uscita di Brahim Diaz. Il gesto migliore della partita lo fa quando manda a quel paese l’arbitro, prendendosi il giallo. PUPILLO.

BENNACER 6.5 – Di gran lunga il migliore del Milan. La sua partita è eccellente in tutti i particolari. Nei primi venti minuti domina il centrocampo e disegna calcio. Neanche lui può mettere una pezza dal 20esimo in poi. ILLUMINANTE. (Dal 63′ POBEGA 6 – Entra per dare sostanza al centrocampo e per fare riposare l’algerino. ATTIVO).

TONALI 6 – Difficile scrivere le pagelle in una serata di queste. Buoni primi venti minuti, poi continua a combattere, ma l’inferiorità numerica si fa sentire. INTENSO.

BRAHIM DIAZ 6 – Galvanizzato dal goal con la Juve, è pimpante per tutto il tempo in cui è in campo. Esce nel primo tempo a causa dell’espulsione di Tomori. La sua faccia delusa al momento del cambio dice tutto. ABBATTUTO. (Dal 37′ DEST 6 – Gioca una buona gara ed evita lo 0-3 con un bel recupero. Purtroppo spreca il goal del 2-1 calciando male da buona posizione. IMPRECISO).

LEAO 5.5 – Il Chelsea lo raddoppia sistematicamente e lui riesce ad accendersi poche volte. Dai suoi piedi nasce l’occasione buttata via da Dest. LIMITATO. (Dall’80 ORIGI S.V.).

GIROUD 5.5 – Non trova la porta di testa da ottima posizione. In quella circostanza, il Milan avrebbe potuto raddrizzare la partita nonostante l’inferiorità numerica. SPRECONE. (Dal 63′ REBIC 6 – Pochi palloni giocabili per il croato. Fa quel che può. PRESENTE).

ALL. PIOLI 6 – Prepara la sfida alla grande e i primi venti minuti ne sono la testimonianza. In dieci si può far ben poco contro un avversario di questo livello. Ciò nonostante, il Milan non perde mai il coraggio e sfiora il goal in un paio di circostanze. DISARMATO.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *