Connect with us

In Evidenza

MILAN, Donnarumma ha poco da ridere: tifosi infuriati e rinnovo più lontano

Published

on

Dai sorrisi con Reina al 4° postoora a rischio: Donnarumma resta in silenzio, la distanzasul rinnovo è molto netta. E sullo sfondo rimane la Juve

MERCATO – Quel sorriso, quel maledetto sorriso. Sembra essere la prefazione di 13 Why ma in realtà ci si riferisce al saluto ed al sorriso rivolto da Gianluigi Donnarumma al proprio collega ed ex compagno di squadra Reina al termine della sfida tra Milan e Lazio. Incontro conclusosi con una schiacciante vittoria dei biancocelesti per 3-0. Un gesto che rischia di diventare molto amaro per il numero 99 rossonero. Se lo si somma al prolungato silenzio che sta avendo sul tema legato al proprio rinnovo. Come riferisce l’edizione odierna della Gazzetta dello Sport,  la distanza tra domanda e offerta è sempre netta. Il Milan non intende superare gli 8 milioni, Mino Raiola continua a chiederne 12, contando su “proposte” da 10 milioni a stagione. Bisognerà aspettare la fine della stagione prima di trarre conclusioni. Ma è ormai chiaro che il futuro di Gigio si trova davanti ad un bivio.

VIRATA PSG – Ufficialmente, prosegue la rosea,  non ci sono candidature dichiarate, ma da mesi tutti gli indizi portano a Psg e Juve. Proprio lunedì, però, la società francese si è di fatto chiamata fuori con l’annuncio del rinnovo del suo numero 1, Keylor Navas. L’ex Real Madrid ha posto il sigillo sulla propria permanenza a Parigi fino al 2024,ottendendo tra l’altro una gratifica al già cospicuo ingaggio di 7,5 milioni netti a stagione. Un’opzione è già stata scartata. Resta quindi quella bianconera. Un Milan dirottato in Europa League ha certamente meno appeal dei campioni d’Italia uscenti. Logico dedurre che uno sprint sul campo vinto dalla Old Lady porrebbe il club di Agnelli in vantaggio, almeno agli occhi del giocatore. Guardando l’altro lato della bilancia, è evidente che la Juventus non se la stia passando bene economicamente parlando. Il bilancio nettamente in rosso della Juve rende arduo il compito di soddisfare le richieste avanzate da Gigio. Non è affatto detto che l’affare vada in porto. Il Milan ad ogni modo si è tutelato bloccando Maignan del Lille.  Proprio ieri il suo agente Bruno Satin ha parlato a Sky: “Maignan è un portiere top, è l’erede di Lama. Sarebbe un’ottima scelta per il Milan nel caso in cui Donnarumma non rinnovasse. Nel Lilla è uno dei giocatori fondamentali per la rincorsa alla Ligue 1“.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Evidenza

GDS, Le pagelle di Milan-Salernitana: tutti promossi tranne Theo

Published

on

Il francese è l’unico bocciato della sfida con la Salernitana

VOTI – Le pagelle di Milan-Salernitana pubblicate da “La Gazzetta dello Sport”. Tanti i voti positivi in casa rossonera. Florenzi convince (6,5): “Spingente e insistente sulla destra. Assieme a Saelemaekers devasta il fianco mancino della Salernitana.”
Il migliore del match è Kessie per la Gazzetta (7): “Non rinnova ma si ritrova. Si riprende squadra e centrocampo. Segna un gol, ne sfiora un altro. Domina.”
Non del tutto convincente la prestazione di Brahim Diaz, autore dell’assist per Saelemaekers (6): “Molto bene fino al 2-0 poi inizia a “tocchettare” con superficialità e a scialacquare occasioni. Si divora un paio di gol.
Il peggiore della partita è Theo Hernandez, unico insufficiente (5,5): “Nel primo tempo infila una sequenza horror con tre palloni sbagliati di fila. Svogliato“.

Continue Reading

In Evidenza

TS, Il Diavolo è già caldo per i Reds

Published

on

I rossoneri si prendono la vetta della classifica e in 18 minuti sbrigano la pratica Salernitana

GESTIONE – Milan che non sbaglia e torna, da solo, in testa alla classifica. I rossoneri sfruttano al meglio un turno di campionato agevole, battendo la Salernitana in 20 minuti e sorpassano il Napoli che cade in casa per mano dell’Atalanta. Un pomeriggio sereno a San Siro, bastano 4 minuti e Kessie sblocca il match su un assist di Leao e la Salernitana è già sotto. L’infortunio di Pellegri è la solita costante con la quale convivere: peccato per il ragazzo che voleva sfruttare la chance concessa da Pioli e invece è costretto a dare forfait dopo pochi minuti. Ibra però resta a guardare perché è Krunic che va ad occupare la posizione di attaccante insieme a Diaz e proprio da quest’ultimo nasce il gol del 2-0 con un bel sinistro di Saelemaekers che ritrova il gol dopo un anno e dedica la rete a Simon Kjaer. La partita sostanzialmente finisce li, con i rossoneri che provano ad ampliare il vantaggio ma Belec non è dello stesso avviso e nega il gol a Messias e Diaz che ci provano a più riprese. Rossoneri che si godono la vetta delle classifica e adesso possono canalizzare tutte le energie nella partita di martedi dove ospitano il Liverpool già qualificato per un match che può riaccendere il sogno degli ottavi di finale di Champions League.

Continue Reading

In Evidenza

CDS, Milan gol e infortuni il prezzo del primato

Published

on

Milan che gestisce la partita e la indirizza in 18 minuti con Kessie e Saelemaekers: primato in classifica ma gli infortuni non danno tregua a Pioli

MILANO – Dopo le due sconfitte consecutive contro Fiorentina e Sassuolo, il Milan è guarito. Altra partita e altra vittoria per gli uomini di Pioli che sbrigano la pratica Salernitana in 18 minuti. Troppa differenza tra le due squadre per pensare ad una gara trabocchetto. Il Milan la gestisce bene e dopo 18 minuti è già padrone della gara con il doppio vantaggio siglato Kessie e Saelemaekers. La vittoria permette al Milan di tornare in testa dalla classifica e in solitaria, complice la sconfitta casalinga del Napoli contro l’Atalanta. Tanti sorrisi nel pomeriggio di San Siro, per un Milan ritrovato che adesso può concentrarsi sul Liverpool. Un unico neo è rappresentato però dalla costante infortuni, che continua a tormentare i rossoneri: Pellegri, titolare per la prima volta in stagione è costretto ad abbandonare il campo dopo 15 minuti e Leao viene sostituito all’intervallo a scopo precauzionale dopo un colpo subito nella prima frazione di gioco. Rossoneri che quindi vincono e si confermano una candidata credibile per lo Scudetto; i 38 punti in 16 rappresentano il miglior inizio di stagione dal 2003-2004 anni in cui il Milan di Ancelotti divenne Campione d’Italia.

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: