Connect with us

In Evidenza

MILAN, Maldini sul rinnovo di Gigio: “Per un affare serve essere felici in due”

Published

on

Gianluigi Donnarumma

Il direttore tecnico rossonero si esprime in merito al futuro di Donnarumma

FUTURO INCERTO – Contro il Parma si è mostrato per l’ennesima volta decisivo, parando con la mano destra fasciata la conclusione a botta sicura dell’ex di turno Andrea Conti. In campo, Donnarumma non molla mai e questo il Milan lo sa molto bene. Quello che però si auspicano i vertici dirigenziali rossoneri è che l’estremo difensore abbassi il tiro in merito alla questione legata al suo rinnovo. Ad oggi, non ci sono squadre realmente interessate ad ingaggiare il numero 99. In virtù delle sue esigenti richieste. Tuttavia, come riporta la Gazzetta dello Sport, arrivare a giugno senza una firma sarebbe una specie di suicidio economico. Per ora però tutto tace, come ammesso dallo stesso Paolo Maldini al termine della sfida contro i ducali.

LA VOLONTA’ – In modo molto rapido quanto esaustivo, il direttore tecnico rossonero ha detto che:

Per concludere un affare bisogna essere contenti in due. Legarsi eternamente è una scelta che uno fa e porta avanti nel tempo. A volte dà soddisfazione, a volte no. So che cosa ho a disposizione dal club, per realizzare un affare bisogna essere felici in due.

Maldini lo afferma, parlando in modo generico della situazione legata ai rinnovi. E del significato che comporta essere un uomo simbolo per la squadra. Gigio lo è, e questo è fuori discussione. Il dubbio amletico riguarda il fatto se vorrà continuare ad esserlo oppure no. Come evidenzia la rosea, si è spesso parlato del desiderio di Donnarumma di voler giocare la Champions con il Milan. Il club che lo ha cresciuto e lo ha reso grande. Certo, i rossoneri dovrebbero inventarsi qualcosa di miracoloso per  riuscire a smussare i distinguo e le pretese dell’agente di Gigio, il procuratore Raiola, lo stesso di Ibrahimovic. I due giocatori la scorsa estate si erano recati in Costa Azzurra per parlare con il proprio agente in merito al rispettivo futuro. Sembrava che i due affari potessero procedere di pari passo, verso una conclusione positiva. Ma così non è stato. Ibra si appresta a rinnovare il proprio contratto, Donnarumma non ancora. Dovrà essere lui a forzare e fare pressione su Raiola, rendendogli nota la propria volontà di restare a Milano. Il Milan il primo passo l’ha già fatto. Proponendo un ingaggio di otto milioni che non solo supera quello attuale di due milioni netti, ma gli consente anche di diventare il più pagato del club. Il club di Via Aldo Rossi vuole che il proprio figliol prodigio resti. Ma la decisione finale spetterà solo a lui.

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Evidenza

TS, Il Diavolo è già caldo per i Reds

Published

on

I rossoneri si prendono la vetta della classifica e in 18 minuti sbrigano la pratica Salernitana

GESTIONE – Milan che non sbaglia e torna, da solo, in testa alla classifica. I rossoneri sfruttano al meglio un turno di campionato agevole, battendo la Salernitana in 20 minuti e sorpassano il Napoli che cade in casa per mano dell’Atalanta. Un pomeriggio sereno a San Siro, bastano 4 minuti e Kessie sblocca il match su un assist di Leao e la Salernitana è già sotto. L’infortunio di Pellegri è la solita costante con la quale convivere: peccato per il ragazzo che voleva sfruttare la chance concessa da Pioli e invece è costretto a dare forfait dopo pochi minuti. Ibra però resta a guardare perché è Krunic che va ad occupare la posizione di attaccante insieme a Diaz e proprio da quest’ultimo nasce il gol del 2-0 con un bel sinistro di Saelemaekers che ritrova il gol dopo un anno e dedica la rete a Simon Kjaer. La partita sostanzialmente finisce li, con i rossoneri che provano ad ampliare il vantaggio ma Belec non è dello stesso avviso e nega il gol a Messias e Diaz che ci provano a più riprese. Rossoneri che si godono la vetta delle classifica e adesso possono canalizzare tutte le energie nella partita di martedi dove ospitano il Liverpool già qualificato per un match che può riaccendere il sogno degli ottavi di finale di Champions League.

Continue Reading

In Evidenza

CDS, Milan gol e infortuni il prezzo del primato

Published

on

Milan che gestisce la partita e la indirizza in 18 minuti con Kessie e Saelemaekers: primato in classifica ma gli infortuni non danno tregua a Pioli

MILANO – Dopo le due sconfitte consecutive contro Fiorentina e Sassuolo, il Milan è guarito. Altra partita e altra vittoria per gli uomini di Pioli che sbrigano la pratica Salernitana in 18 minuti. Troppa differenza tra le due squadre per pensare ad una gara trabocchetto. Il Milan la gestisce bene e dopo 18 minuti è già padrone della gara con il doppio vantaggio siglato Kessie e Saelemaekers. La vittoria permette al Milan di tornare in testa dalla classifica e in solitaria, complice la sconfitta casalinga del Napoli contro l’Atalanta. Tanti sorrisi nel pomeriggio di San Siro, per un Milan ritrovato che adesso può concentrarsi sul Liverpool. Un unico neo è rappresentato però dalla costante infortuni, che continua a tormentare i rossoneri: Pellegri, titolare per la prima volta in stagione è costretto ad abbandonare il campo dopo 15 minuti e Leao viene sostituito all’intervallo a scopo precauzionale dopo un colpo subito nella prima frazione di gioco. Rossoneri che quindi vincono e si confermano una candidata credibile per lo Scudetto; i 38 punti in 16 rappresentano il miglior inizio di stagione dal 2003-2004 anni in cui il Milan di Ancelotti divenne Campione d’Italia.

Continue Reading

In Evidenza

GDS, Milan sul velluto

Published

on

Rossoneri che collezionano la seconda vittoria consecutiva: contro la Salernitana bastano due reti in 18 minuti per chiudere la partita

MILANO – I rossoneri non inciampano sull’ostacolo Salernitana e portano a casa la partita contro l’ultima in classifica. Troppa differenza tecnica tra le due squadre e partita già in ghiaccio dopo 18 minuti con il Milan che chiude il match con le reti di Kessie e Saelemaekers.
Rossoneri che si permettono il lusso di giocare con le rotazioni: Tonali e Bennacer giocano solo uno spezzone di gara, Ibra a riposo per 90 minuti malgrado Pellegri sia costretto ad abbandonare il campo dopo solo 15 minuti. Una partita di totale controllo e quasi mai in bilico con la squadra campana, praticamente inesistente in zona offensiva che lascia gestire il match ai padroni di casa. Gli uomini di Pioli tuttavia, sperimentano anche un modo di giocare senza punte: l’infortunio di Pellegri, permette l’ingresso in campo di Krunic che disputa un’ottima partita, giocando a cavallo tra il ruolo di prima punta e quello di rifinitore alternato a Diaz.
I due sfioreranno la rete in più riprese con un Belec abile ad evitare un passivo più pesante per i suoi. Rossoneri vittoriosi, che ritrovano la testa della classifica in solitaria e adesso possono concentrarsi sul Liverpool per una partita che vale una stagione.

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: