Connect with us

Editoriali

Milan, sei in ritardo sul mercato! Quando ti muovi?

Un mese cruciale per rinforzare la squadra

IL PUNTO – “L’attesa del piacere è essa stessa il piacere” affermava un vecchio filosofo tedesco. I tifosi del Milan dissentirebbero in massa, poiché ogni trattativa rossonera si svolge in tempi biblici. Ha un inizio, ma non si sa se avrà mai una fine. Nel mentre, crescono la preoccupazione e l’ansia di non essere all’altezza degli avversari nel prossimo futuro. Persino le conferme di Massara e Maldini hanno provocato un’atmosfera ansiogena, fino alla fumata bianca arrivata con estremo ritardo, oltre la scadenza dei vecchi contratti. A meno di un mese dalla prima giornata, gli unici innesti rispondono al nome di Adli e Origi, ai quali si aggiunge il rientrante Pobega. Buoni acquisti, ma per rimanere competitivi serve qualcosa di più.

TREQUARTISTA – Il Milan ha dimostrato di saper vincere grazie al collettivo, senza un trequartista alla Kakà, ma a volte proprio senza trequartista. Kessie e Krunic hanno ricoperto quella posizione al meglio delle loro possibilità, una volta che Diaz ha dato cenni di cedimento (da novembre in poi). La dirigenza sa che bisogna rinforzare quel reparto e ha intrapreso l’ennesima trattativa senza fine per De Ketelaere, giovane belga dalle belle speranze. In patria è considerato l’erede di un certo De Bruyne e ha già timbrato il cartellino in Nazionale, proprio contro l’Italia nella finale per il terzo posto della Nations League.

Milan

DESTRA E MEDIANA– Spostandoci a destra, i numeri dicono che il Milan ha vinto lo Scudetto, nonostante gli esterni destri avessero segnato sei goal in due: cinque Messias e uno Saelemaekers. Anche qui si dovrebbe investire, anche qui è in corso un’altra trattativa infinita: Hakim Ziyech. Il marocchino oscilla dall’essere molto vicino all’essere una pista impercorribile a seconda dell’umore dei giornali. Ultimo ma non per importanza, il tormentone Renato Sanches, sostituto ideale dell’ex “Presidente” Kessie. Mesi e mesi di dialoghi per arrivare al 16 luglio senza uno straccio di accordo, con il giocatore che (forse) preferirebbe il Psg.

Caro Paolo, è tutto nelle tue mani

Dubitare della dirigenza dopo la scalata degli ultimi tre anni sarebbe un po’ blasfemo. Ora però serve confermarsi in Italia ed esplodere in Champions, agevolati (magari) da un sorteggio come testa di serie. Il prossimo mese ha un’importanza cruciale perché servirà a chiarire le ambizioni del club. Non ci sono dubbi sul fatto che arrivi qualche buon giocatore, ma si gradirebbe una maggiore celerità nel chiudere gli affari, in modo da non presentarsi con l’acqua alla gola alla prima di campionato contro l’Udinese. Caro Paolo, è tutto nelle tue mani.

Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

FcTables.com

Ultimi articoli

Focus

Facebook

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: