Connect with us

News

MILAN, Sos Calhanoglu

Il ritorno in campo ieri sera del turco non ha entusiasmato. Il Milan ha bisogno del fantasista da 8 gol e 14 assist nella prima parte di stagione

FLOP – Il ritorno da titolare contro il Napoli non è stato uno dei migliori e questo Calhanoglu lo sa. I 12 giorni d’assenza lontano dal campo di gioco si sono visti tutti: il fantasista turco era lento, macchinoso e mancava di visione tattica, alla quale ci aveva abituato. Sicuramente non gliene si può fare una colpa; l’infortunio muscolare rimediato nella partita contro la Roma dello scorso 28 febbraio è un’attenuante. Ma, per ritrovare il migliore Calhanoglu ci vorrà tempo e pazienza, giusto il tempo di rimettere nelle gambe sprint e fiducia: nella partita di giovedì contro il Manchester United, sarà fondamentale arrivare carichi e preparati per un match del tutto ancora aperto.

STATISTICHE A CONFRONTO – Il Milan, ora come ora, ha bisogno dei gol e dei guizzi del fantasista turco: nel 2020 sono stati otto i gol, conditi da quattordici assist. Diversamente si può dire per il mese di metà marzo: nessun gol e solamente due assist in campionato per lui. Di mezzo, tanto per cambiare, sono gli innumerevoli stop che non gli hanno consentito di riprendere a pieno controllo su se stesso: parliamo di dodici giorni out per positività da Coronavirus e altri tre di convalescenza. Ma c’è un dato positivo che potrebbe fan ben sperare i tifosi e Stefano Pioli: nel finale di stagione, Calhanoglu si esalta sempre. Per lui, nelle ultime dieci partite del campionato scorso ha realizzato 6 gol e 6 assist, partecipando attivamente a oltre il 70% dei rossoneri.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *