Connect with us

Editoriali

Milan, troppi gol subiti: che succede?

I rossoneri mantengono il secondo posto, ma continuano a subire troppi gol

Con la rete subita contro lo Spezia, oltre alle due di settimana scorsa contro il Torino, il Milan ha toccato quota 21 gol subiti in stagione in appena 17 partite, di cui 14 in 13 gare di campionato. Un dato sicuramente preoccupante che porterà Pioli e il Milan a fare un esame di coscienza in vista dei prossimi impegni e della seconda parte di stagione.

Milan
Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

Sono diverse le cause che hanno portato una delle migliori difese dello scorso campionato e di tutta Europa, soprattutto a partire da gennaio in poi, a subire così tante reti nel primo terzo della nuova stagione. Sicuramente i molti infortuni in fase difensiva, che hanno colpito interamente la fascia destra, non hanno giovato. Con Calabria e Florenzi out e un Dest che ancora deve inserirsi al meglio nei meccanismi, Kalulu si è spostato a destra sciogliendo di fatto la coppia che aveva fatto così bene con Tomori. La speranza è che Kjaer, con cui il Milan ha ottimi numeri, possa ritrovare un po’ di continuità che è mancata in questi primi mesi. A queste indisponibilità si aggiunge quella di Mike Maignan che non è solo un portiere tecnicamente straordinario ma anche un vero e proprio leader di tutto il reparto difensivo.

I rossoneri al momento si trovano in seconda posizione, a -6 dal Napoli capolista. Ancora una settimana e poi ci si darà nuovamente appuntamento all’anno prossimo. Contro Cremonese e Fiorentina, i campioni d’Italia vorranno cercare di totalizzare bottino pieno, in modo da chiudere questa prima parte di stagione nel migliore dei modi. A gennaio, con il rientro di Maignan, Calabria e Florenzi, sicuramente qualcosa cambierà. Se il muro dovesse essere nuovamente ricompattato, saranno dolori per tutti. Specie per gli avversari del diavolo.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *