Connect with us

News

Milan Tv, Kalulu: “Subito orgoglioso del Milan, seguo i consigli di Ibra e gioco il mio calcio. Desailly? Lusingato, ma non siamo uguali”

Published

on

Pierre Kalulu, sorpresa finora del club rossonero, ha rilasciato un’intervista a Milan Tv, parlando della sua stagione in corso e della sfida di lunedì contro il Cagliari.

Prima esperienza da professionista in un club leggendario come il Milan: “Da subito mi sono sentito molto orgoglioso, per me era il primo contratto da professionista. E’ una grande emozione. E poi il Milan è un club storico, quindi è normale essere fieri”.

Il primo debutto non si scorda mai, soprattutto se giocato in un ruolo non nelle proprie corde: “Era la vigilia di Sparta-Milan e il mister mi ha chiesto se avessi già giocato come centrale, ho risposto di sì. Mi ha messo in campo ed è andata bene. E’ stato tutto abbastanza semplice. Sull’esordio in Serie A? Col Parma è stata un po’ una sorpresa, è successo tutto in fretta nei primi minuti di gioco. Ma dopo la sorpresa bisognava entrare in partita subito e credo di esserci riuscito. Onestamente non c’è stato il tempo di provare troppa emozione, è stato tutto molto veloce”.

Quando un giocatore esprime tutte le sue potenzialità in campo, si iniziano a fare paragoni con altri ex-calciatori che hanno giocato precedentemente nella stessa squadra. A te è capitato con Desailly: “Un paragone così mi lusinga molto. Io sono giovane e non ho avuto la possibilità di vederlo giocare al massimo delle sue potenzialità. Comunque penso che ci siano degli aspetti simili, ma non credo che siamo uguali. Lui è lui e io sono io”.

Ibrahimovic è il punto di riferimento per tutti voi. Ha dato qualche consiglio anche a te? : “Certo che lo ascoltiamo. Quando parla un giocatore con il suo palmares e con una carriera come la sua, è normale ascoltarlo. Cerco di seguire quello che dice, pur giocando il mio calcio, ma i suoi consigli sono importanti”.

La sfida di lunedì contro il Cagliari si avvicina, è un match molto importante: “Con il Cagliari è una partita importante, ma tutte lo sono e ciò significa che questa gara è rilevante, ma lo era anche l’ultima e così sarà quella che giocheremo tra un mese. Quindi cerchiamo di prepararci per bene e di vincerla”:

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Evidenza

GDS, Le pagelle di Milan-Salernitana: tutti promossi tranne Theo

Published

on

Il francese è l’unico bocciato della sfida con la Salernitana

VOTI – Le pagelle di Milan-Salernitana pubblicate da “La Gazzetta dello Sport”. Tanti i voti positivi in casa rossonera. Florenzi convince (6,5): “Spingente e insistente sulla destra. Assieme a Saelemaekers devasta il fianco mancino della Salernitana.”
Il migliore del match è Kessie per la Gazzetta (7): “Non rinnova ma si ritrova. Si riprende squadra e centrocampo. Segna un gol, ne sfiora un altro. Domina.”
Non del tutto convincente la prestazione di Brahim Diaz, autore dell’assist per Saelemaekers (6): “Molto bene fino al 2-0 poi inizia a “tocchettare” con superficialità e a scialacquare occasioni. Si divora un paio di gol.
Il peggiore della partita è Theo Hernandez, unico insufficiente (5,5): “Nel primo tempo infila una sequenza horror con tre palloni sbagliati di fila. Svogliato“.

Continue Reading

In Evidenza

TS, Il Diavolo è già caldo per i Reds

Published

on

I rossoneri si prendono la vetta della classifica e in 18 minuti sbrigano la pratica Salernitana

GESTIONE – Milan che non sbaglia e torna, da solo, in testa alla classifica. I rossoneri sfruttano al meglio un turno di campionato agevole, battendo la Salernitana in 20 minuti e sorpassano il Napoli che cade in casa per mano dell’Atalanta. Un pomeriggio sereno a San Siro, bastano 4 minuti e Kessie sblocca il match su un assist di Leao e la Salernitana è già sotto. L’infortunio di Pellegri è la solita costante con la quale convivere: peccato per il ragazzo che voleva sfruttare la chance concessa da Pioli e invece è costretto a dare forfait dopo pochi minuti. Ibra però resta a guardare perché è Krunic che va ad occupare la posizione di attaccante insieme a Diaz e proprio da quest’ultimo nasce il gol del 2-0 con un bel sinistro di Saelemaekers che ritrova il gol dopo un anno e dedica la rete a Simon Kjaer. La partita sostanzialmente finisce li, con i rossoneri che provano ad ampliare il vantaggio ma Belec non è dello stesso avviso e nega il gol a Messias e Diaz che ci provano a più riprese. Rossoneri che si godono la vetta delle classifica e adesso possono canalizzare tutte le energie nella partita di martedi dove ospitano il Liverpool già qualificato per un match che può riaccendere il sogno degli ottavi di finale di Champions League.

Continue Reading

In Evidenza

CDS, Milan gol e infortuni il prezzo del primato

Published

on

Milan che gestisce la partita e la indirizza in 18 minuti con Kessie e Saelemaekers: primato in classifica ma gli infortuni non danno tregua a Pioli

MILANO – Dopo le due sconfitte consecutive contro Fiorentina e Sassuolo, il Milan è guarito. Altra partita e altra vittoria per gli uomini di Pioli che sbrigano la pratica Salernitana in 18 minuti. Troppa differenza tra le due squadre per pensare ad una gara trabocchetto. Il Milan la gestisce bene e dopo 18 minuti è già padrone della gara con il doppio vantaggio siglato Kessie e Saelemaekers. La vittoria permette al Milan di tornare in testa dalla classifica e in solitaria, complice la sconfitta casalinga del Napoli contro l’Atalanta. Tanti sorrisi nel pomeriggio di San Siro, per un Milan ritrovato che adesso può concentrarsi sul Liverpool. Un unico neo è rappresentato però dalla costante infortuni, che continua a tormentare i rossoneri: Pellegri, titolare per la prima volta in stagione è costretto ad abbandonare il campo dopo 15 minuti e Leao viene sostituito all’intervallo a scopo precauzionale dopo un colpo subito nella prima frazione di gioco. Rossoneri che quindi vincono e si confermano una candidata credibile per lo Scudetto; i 38 punti in 16 rappresentano il miglior inizio di stagione dal 2003-2004 anni in cui il Milan di Ancelotti divenne Campione d’Italia.

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: