Connect with us

News

PIOLI: “Ibra e Bennacer saranno convocati. Gli altri…”

La conferenza stampa alla vigilia di Milan-Manchester, match di Europa League valido per la qualificazione ai quarti di finale

CONFERENZA – Conferenza stampa delle 14.30 per Stefano Pioli, prima del match casalingo contro il Manchester United. Ecco le sue parole in conferenza stampa:

E’ stata un’Europa League di crescita?

“Sicuramente tutte le partite giocate ci hanno migliorato. Domani il risultato è importante, la qualificazione la vogliamo tutti. Dobbiamo puntare a vincere”

Le condizioni dei giocatori

“Ibrahimovic e Bennacer sono disponibili e saranno convocati. Sono giocatori importanti. Per gli altri ci dobbiamo prendere un altro giorno. Domani sarà decisivo per capire”

Quanto sarà difficile la partita di domani visto l’ottimo rendimento dello United in trasferta?

“Le difficoltà ci saranno tutte per qualità dei nostri avversari. Credo che sono 11-12 partite che il Manchester non perda in trasferta, per questo dobbiamo giocare con personalità e ritmo”

Ibrahimovic partirà dagli 11 titolari?

“Vedremo le scelte che faremo domani. Il suo rientro è importante, sicuramente non ha i 90 minuti nelle gambe”

Quanto è importante per la personalità di Ibrahimovic che ha portato in questo gruppo? E’ più bravo in campo o sul palcoscenico?

“Sicuramente l’arrivo di Ibra e Kjaer ci hanno migliorato del punto di vista della personalità. Ibra è un grande campione, non so se è stato bravo a Sanremo, perchè non l’ho visto”

La preoccupano le assenze? E’ meglio Ibra o Cavani?

“Più possibilità di scelta ho e meglio è, dato che giochiamo ogni 4 giorni. Ibra è un campione, Cavani è un ottimo giocatore che attacca la profondità, ma mi tengo stretto Zlatan”

Donnarumma, Hernandez, Rebic protagonisti di nervosismo nell’ultima partita giocata con il Napoli. Cosa vogliono dire questi episodi?

“Sono situazioni che possono capire, ma meglio che non succedano. Quella con il Napoli è stata una partita nervosa e combattuta. Dobbiamo essere capaci di migliorare sotto questo punto di vista”

Come si affronta una partita così? Che tipo di atteggiamento ti aspetti dal Manchester United?

“E’ chiaro che quando prepari le partite ti aspetti come potrebbero giocare gli avversari. E’ difficile stabilirlo, con il Manchester abbiamo giocato un buon calcio e lo stesso dobbiamo fare domani”

Cosa pensa dei risultati negativi delle italiane in Europa? Chi gioca in Europa perde punti?

“In effetti gli ultimi risultati stanno dicendo questo, anche se l’anno scorso l’Inter è arrivata in finale di Europa League e la Roma ci è andata vicina. In Europa si gioca con più ritmo e qualità, noi abbiamo giocato a Manchester con ritmo e qualità su un manto erboso perfetto, mentre in Italia è difficile trovare campi del genere. Forse siamo un po’ arretrati sotto questo punto di vista, per questo dobbiamo rigirarci le maniche e lavorare”

Se si dovesse tornare indietro nel tempo, lei firmerebbe a occhi chiusi per essere dove si trova ora?

“Tutti avrebbero firmato. Però è anche normale non accontentarsi. abbiamo dimostrato di giocare un certo tipo di calcio e a un certo livello. Se a fine stagione non avremmo niente in mano, sarebbe veramente deludente. Conta quello che faremo da qui fino a fine campionato”

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *