Connect with us

In Evidenza

PIOLI: “Ieri sapevamo che poteva cominciare a chiudere un cerchio. Sogno di vincere qualcosa con il Milan”

Published

on

Le parole di Stefano Pioli, dopo la conquista della Champions League e del secondo posto in campionato

IL GIORNO DOPO – Intervenuto ai microfoni di MilanTV, durante la trasmissione “Inferno del Lunedì“, Stefano Pioli parla all’indomani della sfida contro l’Atalanta. Queste le sue dichiarazioni.

Sulla gara:

Ieri sapevamo che potevamo cominciare a chiudere un cerchio. Da quella sconfitta di Bergamo abbiamo iniziato a costruire il nostro percorso, un nuovo Milan, fatto di tanto lavoro, di tanta volontà, di credere sempre sulle cose su cui abbiamo puntato. È stato un cammino bello, difficile, però stimolante e che ci ha dato ieri sera una soddisfazione incredibile. Abbiamo raggiunto un obiettivo importante attraverso un’altra grande prestazione

Sulla giovane età della squadra:

Credo che ad inizio stagione sia stato giusto cavalcare l’entusiasmo dei nostri ragazzi perché le cose andavano bene, anzi: la freschezza mentale ci ha dato molte energie e ne abbiamo approfittato. Abbiamo approfittato della libertà di andare in campo senza preoccupazione. La cosa più difficile è l’altra: quando abbiamo cominciato a perdere qualche partita lì magari in quel momento la tensione e la preoccupazione sono arrivate. Siamo stati bravi io, Maldini e Massara a non perdere mai la fiducia nel nostro modo di lavorare e di scendere in campo. Credo che questa sia stata la cosa migliore perché essa ha avuto la possibilità di crescere con il giusto equilibrio e le giuste pressioni, senza situazioni troppo esasperate

Come avete preparato la partita?

Abbiamo dei principi di gioco ben chiari in testa. Si tratta di proporre un calcio non passivo, ma propositivo, non per aspettare, ma per cercare di comandare e controllare il gioco, cercando di essere sempre più pericolosi dell’avversario. Poi c’è sempre nella preparazione di una partita l’attenzione sull’avversario.  È importante dare la possibilità ai propri giocatori di giocare la palla per mettere in difficoltà l’avversario; non tutti gli avversari sono uguali: ci sono partita in cui è meglio essere aggressivi, altre meno, altre in cui è meglio palleggiare un po’ di più, ma noi vogliamo sempre cercare di dominare e di essere più pericolosi dell’avversario

Sui tifosi:

In questa stagione i milanisti ci hanno dato una grandissima emozione. Ci hanno caricato facendoci capire che cosa stavamo facendo. Abbiamo fatto una stagione riscaldando il cuore dei tifosi nel bene e nel male, perché i tifosi hanno capito che giochiamo con spirito, con volontà. Vederli così vicini a noi ci ha dato la carica per affrontare una partita molto complicata e molto difficile

Sui prossimi obiettivi:

Come sono arrivato a Milanello non c’erano dei caroselli, ma come sono entrato mi sono trovato bene. Sento di essere nel posto giusto e questo mi spinge a dare tutto, a provare a fare qualcosa di veramente importante e di continuare a farlo. Oggi parliamo di una grande stagione, io sto pensando già alla prossima. Devi continuare a dimostrare, a crescere, a migliorare. Ho approfittato di tutte le mie esperienza per alzare l’asticella e così dobbiamo fare anche noi: il club ci sostiene, faremo il massimo di quello che potremmo afre, tutto ciò che sarà necessario per portare avanti le nostre idee per dare soddisfazione ad un pubblico che è fantastico

Sul sogno personale:

Vincere qualcosa e farlo nel Milan sarebbe qualcosa di esaltante, però mi ricordo benissimo un’intervista di Maldini nella quale diceva che il club per tornare ad essere un top club deve giocare la Champions per 2-3 anni consecutivi. Noi dobbiamo confermarci, crescere: quello sarà il nostro obiettivo. Noi dobbiamo partire con le ambizioni perché siamo il Milan. Io sogno di notte e lavoro di giorno affinché i sogni si possano avverare. È questo che dobbiamo fare

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

In Evidenza

PIOLI: “Concesso poco alla Juve, peccato per la gara con lo Spezia”

Published

on

Le parole del mister dopo la partita.

ENERGICI – La Gazzetta dello Sport ha riportato le parole di Stefano Pioli nel post partita di Milan-Juventus. Il tecnico si è detto soddisfatto della prova dei suoi ragazzi e rammaricato per l’ingiusta sconfitta con lo Spezia. Queste le sue parole:

“Ho visto una squadra attenta ed energica, che ha concesso poco e che ha provato a rendersi pericolosa. Se guardiamo la classifica il bicchiere è ovviamente mezzo vuoto, ma questo più per la gara con lo Spezia che per quella con la Juve. Ora ci aspetta la sosta e poi l’Inter; la squadra sa che quella partita sarà un bivio importante per il futuro del nostro campionato. Lazetic? E’ un attaccante di grande prospettiva”

Continue Reading

In Evidenza

MILAN, Ansia per le condizioni di Ibra!

Published

on

Lo svedese è uscito anzitempo dalla sfida con la Juventus.

AGITAZIONE – Il manto erboso duro e rovinato di San Siro continua a mietere vittime. Questa volta è toccato a Zlatan Ibrahimovic farne le spese, con il numero 11 costretto ad uscire al 28′ del primo tempo per un dolore al tendine d’achille, con Giroud a prendere il suo posto. In giornata sono attesi i primi esami per valutare l’entità del problema, con Pioli e tutta la squadra che sperano di averlo al 100% per il derby, in programma dopo la sosta e già decisivo per le sorti di questa lotta Scudetto. Se il Milan dovesse uscirne sconfitto, i sogni di gloria sfumerebbero quasi definitivamente. Lo riporta La Gazzetta dello Sport.

Continue Reading

In Evidenza

TS, La Juve è solida, il Milan non passa

Published

on

Brutta partita tra Milan e Juve a San Siro.

PAREGGIO SCIALBO – Uno 0-0 avaro di emozioni quello tra rossoneri e bianconeri, un match poco spettacolare, probabilmente anche per via del manto erboso di San Siro, in condizioni veramente estreme. Questo risultato serve più alla Juve che al Milan, con gli uomini di Pioli che perdono altri punti preziosi dall’Inter capolista, ora a +4 ma potenzialmente a +7 qualora battesse il Bologna. Juve al solito solida dietro ma spuntata davanti, Milan con poche idee e ritmo, con in aggiunta l’infortunio di Ibra nel primo tempo.

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: