Connect with us

News

POSTPARTITA, Pioli: “Questa vittoria è molto importante, siamo…”

Le parole del tecnico rossonero al termine di Hellas Verona-Milan

LE DICHIARZIONI – A margine della vittoria contro l’Hellas Verona, Stefano Pioli ha rilasciato le seguenti dichiarazioni ai microfoni di Sky Sport: “Vince il Milan, siamo una squadra, siamo una squadra più forte quando siamo tutti insieme ma anche quando mancano giocatori importanti. Non siamo dei marziani, possiamo sbagliare qualche partita, conosciamo il nostro percorso, le difficoltà ci aiutano a crescere. Conosciamo pregi e difetti, stiamo migliorando per aumentare le nostre qualità. Noi guardiamo a noi stessi, siamo consapevoli delle nostre qualità. Il cammino è difficile, gli avversari sono forti. E’ la partita migliore che abbiamo fatto contro il Verona, è quella in cui abbiamo sofferto meno. Adesso ci aspetta una gara molto difficile in Europa League ma molto stimolante”.

L’allenatore del Diavolo, si è poi soffermato sui tanti assenti: “Ci tengo a sottolineare che gli ultimi due infortuni non sono muscolari, derivano da traumi contusivi dalla gara con l’Udinese, sia Rebic sia Theo. E’ da settembre che giochiamo ogni tre giorni, tante energie spese, soprattutto a livello mentale, abbiamo dimostrato di esserci, di crederci”.

Dopo le tante critiche, Alessio Romagnoli, ha offerto una prestazione di alto livello. Su questo tema, Stefano Pioli si è espresso così: “Ho sempre sostenuto che le gerarchie le decidono le prestazioni. Tomori ha avuto un impatto subito positivo, ha caratteristiche importanti che mancavano. E’ tornato anche Gabbia che ci ha dato tanto prima dell’infortunio. Ho tre titolari in difesa, poi le partite le studio e cerco di schierare i più adatti per la singola partita. Romagnoli ha reagito bene, da professionista, non devono perdere rispetto e disponibilità”.

Infine, spazio al tema Zlatan Ibrahimovic che a detto di mister Pioli, è stato molto vicino ai suoi compagni di squadra: “Zlatan fa parte della squadra, è il capobranco, sapeva le difficoltà della gara e di scelte, era in preventivo fosse qui e ha mantenuto quello che ha detto. Ci ha chiesto come stavamo, ci ha dato consigli come fanno i grandi campioni”.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *