Connect with us

News

QUI ITALIA, Riva: “Azzurri tranquilli, siete superiori”

Published

on

Rombo di tuono carica la sfida contro l’Irlanda del Nord

LE DICHIARAZIONI – Gigi Riva, bomber del Cagliari dei record e grande trascinatore della Nazionale Italiana, si è espresso sulla Gazzetta dello Sport in merito alla sfida di questa sera in programma tra gli azzurri e l’Irlanda del Nord. I ragazzi di Roberto Mancini dovranno vincere con una buona differenza reti se vorranno qualificarsi direttamente al Mondiale di Qatar 2022:

Anche voi dopo l’Europeo vinto nel 1968 avevate faticato a ripetervi?

“È naturale perdere un po’ di carica dopo un successo così prestigioso come quello all’Europeo, anche perché gli avversari ti affrontano in un altro modo e moltiplicano le energie. Noi, però, ci eravamo qualificati per il Mondiale del 1970 senza soffrire troppo, perché nell’ultima partita contro la Germania Est a Napoli abbiamo vinto 3-0, anche se…”

Anche se…

“Dopo quel mio gol di testa in tuffo, su cross di Domenghini, ho sbagliato un rigore. Allora, però eravamo già sul 3-0, mentre contro la Svizzera Jorginho ha sbagliato sull’1-1 e all’ultimo minuto della partita. Risultato a parte, sono vicino a Jorginho e gli dico di non abbattersi, perché può capitare a tutti, creda a me”

Lui, però, ha sbagliato due rigori consecutivi contro la Svizzera: lei gliene farebbe battere un altro stasera?

“In questo momento no, perché dopo alcuni errori “pesanti” subentra un condizionamento psicologico. Poi il nostro regista potrà tornare a calciarli bene, come aveva sempre fatto, quando il rigore non sarà più decisivo”

Come seguirà la partita di stasera?

“Come al solito, cioè spegnendo la tv e il telefonino. Soffro troppo se guardo le partite in diretta, anche perché per esperienza non mi fido nemmeno se siamo in vantaggio a pochi minuti dalla fine. Non dimenticherò mai la beffa nella finale dell’Europeo del 2000, quando vincevamo 1-0 contro la Francia dopo la rete di Delvecchio a inizio ripresa e all’ultimo secondo ha pareggiato Wiltord. Allora non erano previsti i rigori in caso di parità al 120’ e così il “golden gol” di Trezeguet nel primo tempo supplementare ha chiuso la partita, negando al mio amico Zoff, allora c.t. azzurro, la gioia di un successo strameritato”

Da quale dei giocatori della nostra Nazionale si aspetta qualcosa di più stasera?

“Non so chi farà giocare Mancini. Purtroppo Barella l’altra sera non stava benissimo, perché era reduce da un infortunio, ma mi piacerebbe se lui fosse decisivo perché è davvero un grande. Lo ricordo ragazzino, qui a Cagliari, nella mia scuola calcio. Mi aveva subito colpito la sua personalità e mi fa piacere che in qualche intervista si sia ricordato di me e di noi sardi”

Se fosse ancora il team manager della Nazionale, dall’alto della sua esperienza che cosa consiglierebbe a Mancini in questo momento?

“Gli direi soltanto di stare tranquillo, perché la squadra ha dimostrato grandi valori in questi anni. Come allenatore non l’ho conosciuto da vicino, ma lo ricordo insieme con il suo amico Vialli, quando era un giocatore di Vicini all’Europeo del 1988 e al Mondiale del 1990. Per me erano due amici anche se diversi. Vialli era più estroverso, mentre Mancini era più chiuso, più simile a me”

Vuole mandare un messaggio alla Nazionale?

“In dialetto sardo direi “forza paris” che vuol dire “forza insieme”. Ma visto che parliamo della Nazionale e non del mio Cagliari, evito di fare gli auguri che alla vigilia rischiano di portare male. E quindi mando soltanto un grandissimo abbraccio a tutti. Un abbraccio azzurro naturalmente”

In Evidenza

POSTPARTITA, Berardi: “Il Milan mi porta fortuna. Spero di continuare così”

Published

on

Le sue parole, al termine del match contro il Milan

LE DICHIARAZIONI – Intervenuto ai microfoni di DAZN, Domenico Berardi parla nel dopo gara di MilanSassuolo. Queste le sue parole.

Sulle emozioni:

“Sono contentissimo, mi sembra di vivere un sogno. Lo sto vivendo alla grande, questa squadra meritava di fare i tre punti. Ultimamente abbiamo fatto ottime prestazioni ma non abbiamo raccolto. Oggi invece abbiamo giocato su un campo difficile contro una grandissima squadra, devo fare i complimenti ai ragazzi”

Sui numeri contro il Milan:

“Non lo so, mi porta fortuna. Faccio sempre gol e spero di continuare così”

Oggi l’avete ribaltata:

“Non riuscivamo mai a portare a casa punti, invece oggi nel secondo tempo abbiamo fatto il salto di qualità che ci mancava”

Continue Reading

In Evidenza

POSTPARTITA, Tonali: “E’ stata una partita diversa. Non abbiamo dimostrato di giocare da Milan”

Published

on

Le sue parole, dopo la sconfitta a San Siro

LE DICHIARAZIONI – Intervenuto ai microfoni di DAZN, Sandro Tonali parla nel dopo gara di MilanSassuolo. Queste le sue parole.

Sul match:

“È stata una partita diversa tra quelle vissute in questa settimana Milan. L’unica in cui non abbiamo dimostrato di giocare da Milan. Nel primo tempo abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti a trovare le conclusioni e lo abbiamo pagato. Quando non riesci a concludere sono cose che paghi, al primo errore ci hanno subito segnato. Non credo che sono mancate energie, abbiamo trovato una squadra che gestiva bene il palleggio e siamo andati in difficoltà: può succedere anche a noi. Non credo che sia questione di energie. Abbiamo trovato difficoltà e non siamo riusciti a reagire come facciamo di solito. Una giornata storta, ora dobbiamo rialzarci e per fortuna si gioca fra tre giorni”

Ti trovi meglio a due? Con quale compagno ti senti a tuo agio?

“L’anno scorso ti avrei detto a tre, oggi ti dico a due. Per tornare a tre mi servirebbe ancora un po’ di tempo. Siamo con lo stesso metodo da due anni, e ora sta andando molto meglio rispetto all’anno scorso. Non ha importanza il compagno ma è importante lavorare tutti e 4 bene e farsi ritrovare pronti. Bisogna essere pronti con qualsiasi compagno, non ti dico il nome del compagno perché non c’è uno preferito”

Continue Reading

In Evidenza

POSTPARTITA, Tonali: “Male il non gestire il vantaggio. Contro il Genoa dobbiamo vincere”

Published

on

Le sue parole, dopo la sconfitta con il Sassuolo

LE DICHIARAZIONI – Intervenuto ai microfoni di MilanTv, Sandro Tonali parla nel dopo partita di MilanSassuolo. Di seguito, le sue parole.

Sugli errori:

“Ci ha fatto male non gestire il vantaggio dell’1-0 e subire una rete dopo tre minuti. Questo ci ha influenzato e poi abbiamo subito il 2-1 poco dopo e non abbiamo reagito. Non abbiamo avuto una reazione all’altezza del Milan. Anche oggi abbiamo preso 3 gol, abbiamo fatto tanti errori e possiamo fare di più”

Sulla gara col Genoa:

“Giochiamo subito e si può subito reagire in un’altra partita. Dobbiamo vincere e questo è il nostro obiettivo”

Vi siete rilassati dopo la partita con l’Atletico?

“Non credo ci sia stato un rilassamento. Siamo professionisti. La vittoria di Madrid ci dà fiducia e non ci deve fare rilassare. Il problema è stato subire due gol in maniera ravvicinata e non riuscire ad essere cinici dopo tante occasioni create”

La squadra è preoccupata?

“Non siamo preoccupati ma è brutto essere il Milan e perdere due partite in campionato in un momento così. Dopo le prime 11 partite di campionati abbiamo visto che non c’è nulla di cui preoccuparsi, c’è da rialzarsi e tornare a giocare da Milan come abbiamo sempre fatto”

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

Powered by Live Score & Live Score App
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: