Connect with us

In Evidenza

RASSEGNA STAMPA, I titoli dei principali quotidiani sportivi

Published

on

GAZZETTA DELLO SPORT – La rosea apre con il rinnovo di Gianluigi Donnrumma col Milan: i rossoneri una volta ottenuta la qualificazione in Champions League, prolungheranno il contratto al giovane portiere della Nazionale. Inoltre, Paolo Maldini è al lavoro per riscattare Tomori e Brahim Diaz.

In taglio alto, le difficoltà legate alla Juventus: “Restasse fuori dalle prime quattro – scrive la Gazzetta dello Sport -, i ricavi calerebbero”. Dopo l’ultimo summit della dirigenza, i bianconeri hanno iniziato a pensare al successore di Pirlo: in pole position ci sono Allegri e Zidane. Arrivano anche le parole del presidente Gabriele Gravina che spaventano i tifosi juventini: “Scelgano: SuperLeague o campionato”.

Spazio anche al Giro D’Italia e al tennis. Nell’ultima tappa, trionfa Van der Hoorn. Invece, Sinner e Mussetti proseguono la loro avventura agli Internazionali di Roma.

Di spalla, la crisi dell’Inter: i giocatori non rinunciano ai due mesi di stipendio e quindi, il presidente Zhang dovrà trovare un’altra soluzione per ripartire.

In taglio basso, lo sprint finale del Napoli: questa sera, gli uomini di Gennaro Gattuso affronteranno l’Udinese in casa. Inoltre, spazio al successo della Salernitana sul Pescara che è valso il passaggio in Serie A: ora il presidente Claudio Lotito è costretto a vendere. Infine, si parla dell’Italia di Roberto Mancini: ad oggi, ci sono 22 giocatori già sicuri. Il Ct studia anche l’idea Raspadori.

CORRIERE DELLO SPORT – In primo piano, la promozione in Serie A della Salernitana: il presidente Claudio Lotito porta nella massima serie il suo club e adesso – per regolamento -, dovrà metterlo in vendita. Inoltre, spazio al Monza che perde 2-0 in casa col Brescia, ma accede ai playoff.

Sempre nella parte centrale della prima pagina, è presente la Juventus di Andrea Pirlo: nonostante la pesante sconfitta col Milan, il tecnico dei bianconeri è stato confermato. Per la prossima stagione però, spunta l’idea Zidane.

In taglio alto, la crisi finanziaria dell’Inter. I calciatori non rinunciano ai due mesi di stipendio e quindi, non rispondono all’appello del presidente Zhang. Nel mentre, il club nerazzurro per evitare polemiche con i giornalisti, ha annullato la conferenza stampa pre-match.

Di spalla a destra, spazio a Napoli e Roma. I partenopei questa sera alle ore 20:45, affronteranno l’Udinese in casa: mister Gattuso si affida ad un super Osimhen per lo sprint finale. Infine, si parla delle mosse di mercato dei giallorossi: José Mourinho è al lavoro per costruire la squadra della prossima stagione.

TUTTOSPORT – In evidenza la crisi della Juventus: dopo la sconfitta contro il Milan, i bianconeri di Andrea Pirlo rischiano davvero di non qualificarsi alla prossima Champions League. Nella giornata di ieri, dopo il summit della dirigenza, il tecnico juventino è stato confermato fino al termine della stagione. Intanto, per le questioni extra-campo, arriva un nuovo attacco del presidente Gabriele Gravina: “No alla Superleague o fuori dalla Serie A”.

In taglio alto, spazio all’intervista esclusiva a Robert Lewandowski. Il bomber del Bayern Monaco parla della Scarpa D’Oro e dello scudetto dell‘Inter.

Di spalla, la crisi finanziaria che sta investendo Zhang: i calciatori non rinunciano ai due mesi di stipendio. Ora si pensa ad una rivoluzione nerazzurra. Inoltre, spazio al Torino con le brutte notizie che giungono dall’infermeria: contro il Milan non ci sarà Nicolas Nkoulou. Invece, resta in dubbio Izzo.

Infine, chiude il Diavolo col rinnovo di Gianluigi Donnarumma: la qualificazione in Champions League è ad un passo. Quindi, l’estremo difensore rossonero potrebbe davvero proseguire la sua avventura a Milano.

In taglio basso a sinistra, spazio al successo della Salernitana contro il Pescara: la squadra di Claudio Lotito, grazie al successo di ieri pomeriggio, ha conquistato la promozione in SerieA. A destra, il tennis con l’Internazionali di Roma: vincono Sinner e Mussetti.

In Evidenza

PIOLI: “Il Torino è forte, Juric sta facendo un bel lavoro”

Published

on

Le parole del tecnico rossonero alla vigilia della sfida contro il Torino

CONFERENZA – Stefano Pioli ha parlato in conferenza stampa per presentare la sfida di domani sera contro il Torino di Juric. Ecco le considerazioni del tecnico rossonero:

Il Milan sta subendo troppi gol?

“Dobbiamo essere più attenti e comunicare meglio. Per vincere è importante subire pochi gol”

Come commenta la classifica?

“E’ troppo presto, nove giornate sono niente. E’ giusto però che i tifosi siano contenti e orgogliosi di questa squadra. Ora pensiamo alla partita di domani e poi a quella successiva” 

Come ha visto Ibra e Giroud a Bologna?

“Le ultime sono state due gare particolari. Quando abbiamo bisogno di più fisicità abbiamo la possibilità di mettere Ibra e Giroud. Entrambi non sono al 100%, la cosa importante è che diano continuità sia in allenamento che in partita”

Quanto è allarmante quello che non è andato nelle ultime partite?

“Per me non siamo stati all’altezza solo nella gara di Porto, dovevamo fare meglio. In Italia ci sono avversari forti, come lo è domani il Torino. Lavoriamo tutti i giorni per fare sempre meglio e continuare a crescere”

Cosa pensa del rapporto tra arbitri e allenatori e degli ultimi episodi arbitrali in Serie A?

“Bisogna partire dalla base che gli arbitri siano sempre in buona fede e di conseguenze devi accettare questa situazione. Mi interessa vedere uniformità nelle partite: il regolamento è uno, poi ogni arbitro ha il suo modo di arbitrare, ma mi interessa ci sia uniformità nei 95 minuti”

Come stanno Theo e Kessie?

“Se oggi Theo si allena in squadra ci sarà anche se non dall’inizio. Kessie sta bene e sarà disponibile”

Siamo arrivati ad un crocevia importante della stagione?

“Il calendario è fitto, la competitività è alta. Il Torino è forte, Juric sta facendo un grande lavoro. Sono tanti esami importanti, è presto però per dire che siamo ad un bivio. Noi dobbiamo cercare di affrontare al meglio ogni partita”

Ieri il Milan ha guadagnato punti su tutte le altre…

“Siamo forti e competitivi, ma le partite di ieri mi hanno confermato che dovremo tenere alto il livello delle nostre prestazioni se vogliamo lottare fino alla fine”

Che Belotti si aspetta domani?

“Mi aspetto un Torino battagliero e propositivo. Non so nemmeno se Belotti se giocherà o meno, non è un mio problema l’atteggiamento con cui entrerà in campo” 

Come giudichi la stagione di Pobega al Torino?

“Tommaso sta facendo molto bene. Ha le caratteristiche giuste per il gioco di Juric, è in continua crescita”

Cosa si aspetta dal Torino?

“Mi aspetto una partita in cui dovremo battagliare. Dovremo muoverci bene senza dare punti di riferimento”

Giocherà Tatarusanu?

“Sta crescendo, lui ha giocato poco ma sta facendo delle belle prestazioni. Mirante è un po’ indietro di condizione, domani giocherà Tatarusanu”

Kessie o Tonali possono fare i trequartisti?

“Ad inizio partita no perchè abbiamo Krunic e Maldini che sanno giocare in quel ruolo. E’ importante avere tutti e 4 i mediani a disposizione”

Quanto è importante la partita di domani?

“Ogni partita vale tre punti. Quando affronteremo gli scontri diretti ci può stare di perdere qualche punto. Io sono convinto che vincerà il campionato chi farà più punti contro le altre squadre. Domani dovremo essere molto lucidi nelle scelte”

Cosa serve al Milan per migliorare ancora?

“L’ulteriore step è arriva in alto fino in fondo. Siamo in alto da tanto tempo, l’anno scorso abbiamo perso dei punti. Servirà ancora maggiore continuità e pochi passi falsi. Dobbiamo vincere anche le partite sporche, quelle in cui non giochi bene. Abbiamo le qualità per ottenere i tre punti anche quando siamo in difficoltà”

La posizione di Ibrahimovic è una sua scelta o caratteristiche proprie dello svedese?

“Entrambe. Non conta chi abbiamo tra le linee, ma dobbiamo starci. Abbiamo fatto un ottimo movimento nella prima espulsione del Bologna. Dobbiamo avere giocatori tra le linee, giocatori in profondità e aperti: se non sono sempre gli stessi, poi, significa che siamo ancora un po’ più imprevedibili”

Domani sarà una partita come quella di Porto?

“Il Porto non ci ha aggredito alto, hanno avuto un centravanti che ha lavorato bene sui nostri centrali. Il Verona e il Torino, che giocano un calcio simile, verranno a pressare alti, dovremo essere bravi a muoverci e a trovare gli spazi giusti per fare male ai granata”

Il suo Milan fa tanti punti in trasferta…

“Credo che siamo la squadra migliore in Europa per punti in trasferta. Noi vogliamo giocare sempre il nostro calcio. Riuscire a mantenere certi numeri in trasferta sarebbe davvero una grande cosa”

Continue Reading

In Evidenza

MILAN, Ancora lontano il rinnovo di Kessie

Published

on

Il rapporto tra il Milan e il centrocampista sta iniziando a scricchiolare

IL RINNOVO – La situazione legata al rinnovo di Franck Kessie per il momento non si sblocca. Come riportato dall’edizione odierna di Tuttosport, il centrocampista ivoriano andrà in scadenza di contratto nel 2022 e a partire dal prossimo gennaio, sarà libero di trovarsi una nuova sistemazione. Contro il Verona ha segnato il rigore del momentaneo 2-2 ma in questo avvio di stagione, il suo rendimento si è rivelato molto al di sotto delle aspettative generali. Senza considerare che con un Tonali in stato di grazia e con un Bennacer tornato in forma, l’ivoriano non è più da considerarsi l’unico gallo in mezzo al pollaio. Il Milan vuole evitare di perderlo a zero, scongiurando in tal modo di rivivere una situazione già sperimentata con Donnarumma e Calhanoglu. Ma il presidente per il momento preferisce non proferir parola.

Continue Reading

In Evidenza

TS, Milan: all’ultimo respiro

Published

on

8 reti messe a segno negli ultimi quindici di gara: il primato dei rossoneri è arrivato anche così

ULTIMO RESPIRO – 22 gol messi a segno nelle prime 9 giornate di campionato. Con una media gol di 2,44 a partita. Numeri che confermano che il Milan gioca bene, si diverte segna tanto e cosa più importante di tutte, vince. Come ricorda Tuttosport, i ragazzi di Pioli sono partiti davvero forte e quest’anno hanno tutte le carte in regola per poter ambire al tricolore. Grazie al pareggio tra Roma e Napoli, i rossoneri hanno agganciato proprio i partenopei in vetta alla classifica, a 25 punti. Il Milan ha potuto raggiungere questo primato anche grazie agli 8 gol realizzati negli ultimi quindici minuti di gara. Segno evidente che questa squadra non stacca mai la spina, almeno fino a quando non arriva il triplice fischio a decretare la fine delle ostilità. Si è visto contro il Verona, si è visto contro il Bologna nella giornata che si è appena conclusa. Adesso il diavolo punta alla sfida di domani contro il Torino di Juric.

Continue Reading

SOLOXMILANISTI TV

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: