Connect with us

News

Romagnoli e il Milan, un amore mai sbocciato…

Dall’arrivo tra mille aspettative ad un finale pieno di dubbi

Alessio Romagnoli, ex difensore e capitano del Milan, sarà in campo questa sera allo Stadio Olimpico di Roma. Il calciatore 1995 la scorsa estate ha lasciato Milanello da parametro zero per approdare nella sua squadra del cuore: la Lazio.

La sua avventura a Milano è stata caratterizzata da parecchi alti e bassi. Approda a Milanello nell’estate 2015 e gioca due stagioni ad alto livello. Successivamente, a partire dall’estate 2018 indossa la fascia da capitano ed è sempre titolare fino alla stagione 2020-21. Infatti, dopo aver recuperato da un problema fisico, offre alcune prestazioni insufficienti e viene scavalcato da Fikayo Tomori nelle gerarchie di mister Stefano Pioli.

Romagnoli ritrova la titolarità nella stagione successiva a partire dal mese di dicembre, in seguito al grave infortunio occorso a Kjaer. Nel finale di stagione 2021-22 resta in panchina, ma solleva lo scudetto nel pomeriggio del 22 maggio al Mapei Stadium. A fine stagione il Milan decide di non rinnovargli il contratto e Romagnoli chiude la sua avventura in rossonero con due trofei vinti (scudetto e Supercoppa Italiana). Il 12 luglio 2022 l’ex rossonero fa ritorno a Roma, stavolta nella Lazio, firmando un contratto quinquennale.

Romagnoli
Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

Dichiarazioni

Alessio Romagnoli, recentemente nel corso di un’intervista rilasciata a DAZN, è tornato a parlare del mancato rinnovo col Milan. Ecco cosa ha detto l’ex capitano e difensore rossonero: “Per quanto riguarda il rinnovo col Milan, ci sarebbe potuta essere un po’ più di chiarezza fin da subito, alla fine ognuno ha preso la propria strada. Avevo tante offerte ma la volontà era quella di andare alla Lazio. Del Milan ho solo ricordi fantastici”.

Romagnoli si è poi soffermato sulla vittoria del 19esimo tricolore: “Un calciatore italiano deve puntare a vincere lo Scudetto per essere importante. Vincerlo con una società come il Milan, e da capitano, è una cosa fuori dal comune. È stato bello passare da tante delusioni e tante critiche a fare 75 mila spettatori a San Siro e sentirsi a casa ad ogni trasferta: è stata una cosa pazzesca. Vincere è l’adrenalina più bella che ci sia”. Questa sera, alle ore 20:45, Romagnoli sarà in campo dal primo minuto in Lazio-Milan.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *