Connect with us

In Evidenza

Shevchenko: “Il Milan sarà per sempre nel mio cuore”

Published

on

Le parole di Andriy Shevchenko a “Che tempo che fa” su Rai3

DICHIARAZIONI – In occasione dell’uscita della sua autobiografia “Forza gentile – La mia vita, il mio calcio”, l’ex calciatore del Milan è stato intervistato da Fabio Fazio su Rai 3.

Il commissario tecnico della nazionale ucraina, ha parlato così del rapporto con Paolo Maldini e non solo:

Il grande capitano è stato davvero speciale per me. Ho avuto la fortunato di indossare la maglia di un club davvero glorioso. Inoltre. ho conosciuto grandi calciatori e persone. Tutt’ora ho un bellissimo rapporto con Maldini, Kakà, Costacurta, Gattuso e tanti altri. Ricordi la prima volta che hai sfidato Maldini? In una partita tra Ucraina e Italia, io ero molto giovane e non riuscivo a batterlo. Durante l’incontro, mi chiedevo: ‘Ma com’è possibile? Non riesco a superarlo’. Lui era davvero forte.

A proposito della foto (presente nel libro) che ritrae l’ex calciatore rossonero con Adriano Galliani e il Pallone D’Oro:

Galliani venne a vedere una mia partita in Ucraina. Faceva molto freddo e io giocai male. Il Milan credette in me sin da subito e io sono molto grato di questo. Nel mio libro, ho inserito la foto col Pallone D’Oro perchè è stato un momento davvero speciale. Il Milan non è solo una squadra, ma è una grande famiglia. Ha ottenuto tanti successi in Europa e nel mondo: merita grande rispetto. Sogni di allenare il Milan? Vedremo (ride n.d.r). E’ un mio sogno…

In merito alla sconfitta in finale di Champions League col Liverpool:

Dopo Istanbul ho faticato a dormire la notte. Anche adesso, quando ripenso a quella partita, non riesco a darmi una spiegazione: nel calcio accadono tanti episodi che non si possono prevenire e giustificare. Per dimenticare quella partita, parlai anche con Maradona. Lui mi disse che dovevo assolutamente dimenticare quella sconfitta.

Infine, Andriy Shevchenko ha parlato del memorabile rigore calciato contro la Juventus, nella finale di Champions League del 2003:

Mister Ancelotti voleva che calcassi per primo. Io invece dissi: ‘No, vado per ultimo’. Ogni volta che riguardo quel rigore mi emoziono tanto. Durante la camminata verso il dischetto, ho rivissuto tutta la mia vita. Quando sei bambini, sogni di diventare un grande calciatore e vivere momento così speciali. Grazie a Dio ho avuto la possibilità di realizzare tanti sogni…

In Evidenza

BOLOGNA-MILAN, I voti della Gazzetta: Bennacer il migliore in campo

Published

on

Con un eurogol l’algerino fa uscire il Milan da una situazione molto complicata

IL MIGLIORE – Nella prima frazione di gioco rimane in ombra. Ma Ismael Bennacer riesce abbondantemente a riscattarsi nel secondo tempo. Secondo le valutazioni attribuite dalla Gazzetta dello Sport, è stato lui il migliore in campo. Nel momento del bisogno si spende particolarmente in copertura , nel finale crea spazi e trova il gol salva squadra. L’algerino è tornato decisivo.

Continue Reading

In Evidenza

COMUNICATO UFFICIALE, Hernandez torna negativo

Published

on

COMUNICATO – AC Milan comunica che Theo Hernández è risultato negativo al Covid-19″. Il terzino francese, dunque, ha smaltito il virus e può tornare a disposizione di Stefano Pioli. Un sospiro di sollievo per il tecnico rossonero, che già dal prossimo impegno in campionato (martedì a San Siro arriverà il Torino) potrà contare sul forte esterno.

Da acmilan.com

Continue Reading

In Evidenza

TS, Zlatan: il ritorno

Published

on

Ibrahimovic ispira Leao, diventa protagonista in negativo con un’autorete e si riscatta nel finale

IL RITORNO – Fa praticamente quasi tutto lui. Prima serve un bellissimo assist a Rafael Leao per il gol dell’1-0. Ad inizio ripresa invece trova una sfortunata autorete sugli sviluppi di un corner, consentendo al Bologna di rientrare in partita. Nel finale, in zona Cesarini, sigla il gol del definitivo 4-2 con un bel piazzato dal limite dell’area di rigore. Insomma, la prima da titolare di Zlatan Ibrahimovic in questa stagione non è certo passata inosservata. All’età di 40 anni, evidenzia Tuttosport, riesce ancora ad essere decisivo. Nel bene e nel male. Per la prima volta ha avuto modo di giocare in coppia con Olivier Giroud. Chissà che mister Pioli non decida di utilizzare questa soluzione anche in futuro. Ibra comunque è tornato, ha trovato il gol numero 86 con la casacca rossonera e si avvicina sempre di più al traguardo dei 100. L’ennesimo record da battere in una carriera semplicemente straordinaria.

Continue Reading

SOLOXMILANISTI TV

ULTIMI RISULTATI

CLASSIFICA

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: