Connect with us

Focus

SOS attacco, e se fosse Lazetic la soluzione?

Con Origi fuori dai giochi, Lazetic potrebbe trovare decisamente più spazio

Marko Lazetic, la soluzione ad ogni problema. A volte la miglior soluzione la trovi nel palmo della tua mano, ma non sempre te ne rendi conto. Il Milan in queste amichevoli pre ripresa campionato ha dimostrato di avere delle gravi lacune a livello offensivo. Contro Arsenal, Liverpool e PSV segnare e spedire la sfera direttamente nel sette sembrava un’impresa pressoché disperata. Giroud era impegnato in Qatar alla guida della sua Francia, ma nessuno dei suoi compagni è riuscito a prendere il suo posto al centro dell’attacco rossonero.

Ante Rebic pare diventato un oggetto del tutto estraneo al gioco di Pioli, forse i troppi infortuni hanno influito parecchio sulle sue ultime prestazioni. Discorso analogo per Origi. Il belga era stato preso la scorsa estate proprio per consentire a Giroud di poter riposare qualche partita. Considerando che l’ex Liverpool sta trascorrendo parecchio tempo in infermeria, al momento si può affermare che l’intento della dirigenza rossonera non è andato a termine. Ed è qui che spunta Lazetic.

Lazetic
Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

Marko Lazetic al momento milita in Primavera, e sta regalando parecchie soddisfazioni ad Ignazio Abate. Pioli l’ha buttato nella mischia nel match contro il PSV, quando orma il risultato era nettamente favorevole agli olandesi. Non ha avuto modo di mettersi particolarmente in mostra. Ma quanto meno si è capito che potrebbe ritagliarsi uno spazio anche in prima squadra.

Soprattutto ora che l’attacco del diavolo è praticamente fermo ai box. Giroud non potrà essere sempre in campo e i tempi di recupero di Origi non sono ancora certi. Lazetic è un classe 2004, un giocatore con ancora tutta una carriera davanti a sé. Potrebbe rivelarsi dannoso caricarlo di eccessive responsabilità. Ma farlo sentire partecipe di un progetto, potrebbe già essere un inizio. Soprattutto perchè, salvo soprese, dal mercato sul fronte offensivo non arriverà nessuno. Ecco che guardare in casa propria, all’interno del proprio orticello, potrebbe diventare un’ottima soluzione per far fronte ad ogni evenienza. Ultimo aspetto da considerare: Pioli con i giovani ha dimostrato più e più volte di saperci fare.

LEGGI ANCHE: Ancelotti: “Milan e Real Madrid le due società che hanno caratterizzato la mia carriera”

1 Comment

1 Comment

  1. Pingback: Milan, si chiude il sipario su un 2022 semplicemente strepitoso

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *