Connect with us

In Evidenza

TOMORI: “Sono felice e grato di essere al Milan. Marcare Ibra è ancora difficile”

Published

on

Le dichiarazioni del centrale inglese per Champions Journal

INTERVISTA Fikayo Tomori ha rilasciato una lunga intervista in cui ha parlato della sua attuale esperienza al Milan e di molto altro. Ecco alcuni stralci:

“Quando ho firmato e avevo per la prima volta una borsa con sopra l’insegna del Milan, ho pensato: ‘Wow, sono qui. È tutto vero’. Mio padre guardava il calcio negli anni ’80 e ’90, quando il Milan vinceva le Champions League ed era la migliore squadra del mondo. Per lui è pazzesco. Sono davvero, davvero felice e grato di essere qui. Se dovessi ritirarmi oggi o se dovesse succedermi qualcosa, Dio non voglia, potrei dire: ‘Sì, ho giocato per il Chelsea, per il Milan e sono riuscito a vestire la maglia dell’Inghilterra’. Pensarci è da pazzi”.

Su Maldini:

“Ho parlato con Paolo e mi ha detto come pensa che io possa migliorare il mio gioco in termini di posizionamento e di possesso. Avere questo tipo di persone da cui imparare e da cui prendere consigli è qualcosa che non puoi comprare. Ed in più, sapere che mi stanno guardando è sicuramente una motivazione per me”.

Su Ibra:

“Marcare Ibra è difficile! È troppo forte ed intelligente. Anche a quarant’anni si adatta abbastanza velocemente, ed è ancora molto acuto. Avere qualcuno come lui contro cui difendersi, qualcuno che ha giocato ai massimi livelli per quasi tutta la sua carriera, è incredibile. E averlo nella tua squadra è decisamente meglio che non avercelo perché è un vincente. Guida molto il gruppo ed alza l’asticella. Averlo intorno è sicuramente positivo”.

Sulla città:

“Ho sempre voluto provare qualcosa in un altro Paese: dalla cultura ai diversi tipi di calcio. Quando il Milan mi ha chiamato per me è stato uno shock: ‘Un colosso europeo chiede proprio di me’. Ed è stato decisivo per prendere questa scelta. Essendo cresciuto nella capitale, posso dire che Londra è più veloce e caotica. Sembra che tutti abbiano fretta. A Milano tutto è molto più lento e il modo di vivere è più facile. E questo mi va bene perché sono una persona tranquilla. Ed ovviamente qui il meteo è migliore”.

I ricordi di infanzia sul Milan:

“Mi vengono in mente le notti di Champions League. Sfortunatamente la prima che mi ricordo è la finale di Istanbul. E poi ricordo di aver visto anche quella del 2007 ad Atene, quando vinse il Milan. C’erano tanti giocatori che ammiravo, uno su tutti era Kaká. Quindi, poter dire che faccio parte del club in cui hanno indossato la maglia rossonera certi calciatori è fantastico”.

In Evidenza

POSTPARTITA, Berardi: “Il Milan mi porta fortuna. Spero di continuare così”

Published

on

Le sue parole, al termine del match contro il Milan

LE DICHIARAZIONI – Intervenuto ai microfoni di DAZN, Domenico Berardi parla nel dopo gara di MilanSassuolo. Queste le sue parole.

Sulle emozioni:

“Sono contentissimo, mi sembra di vivere un sogno. Lo sto vivendo alla grande, questa squadra meritava di fare i tre punti. Ultimamente abbiamo fatto ottime prestazioni ma non abbiamo raccolto. Oggi invece abbiamo giocato su un campo difficile contro una grandissima squadra, devo fare i complimenti ai ragazzi”

Sui numeri contro il Milan:

“Non lo so, mi porta fortuna. Faccio sempre gol e spero di continuare così”

Oggi l’avete ribaltata:

“Non riuscivamo mai a portare a casa punti, invece oggi nel secondo tempo abbiamo fatto il salto di qualità che ci mancava”

Continue Reading

In Evidenza

POSTPARTITA, Tonali: “E’ stata una partita diversa. Non abbiamo dimostrato di giocare da Milan”

Published

on

Le sue parole, dopo la sconfitta a San Siro

LE DICHIARAZIONI – Intervenuto ai microfoni di DAZN, Sandro Tonali parla nel dopo gara di MilanSassuolo. Queste le sue parole.

Sul match:

“È stata una partita diversa tra quelle vissute in questa settimana Milan. L’unica in cui non abbiamo dimostrato di giocare da Milan. Nel primo tempo abbiamo creato tanto ma non siamo riusciti a trovare le conclusioni e lo abbiamo pagato. Quando non riesci a concludere sono cose che paghi, al primo errore ci hanno subito segnato. Non credo che sono mancate energie, abbiamo trovato una squadra che gestiva bene il palleggio e siamo andati in difficoltà: può succedere anche a noi. Non credo che sia questione di energie. Abbiamo trovato difficoltà e non siamo riusciti a reagire come facciamo di solito. Una giornata storta, ora dobbiamo rialzarci e per fortuna si gioca fra tre giorni”

Ti trovi meglio a due? Con quale compagno ti senti a tuo agio?

“L’anno scorso ti avrei detto a tre, oggi ti dico a due. Per tornare a tre mi servirebbe ancora un po’ di tempo. Siamo con lo stesso metodo da due anni, e ora sta andando molto meglio rispetto all’anno scorso. Non ha importanza il compagno ma è importante lavorare tutti e 4 bene e farsi ritrovare pronti. Bisogna essere pronti con qualsiasi compagno, non ti dico il nome del compagno perché non c’è uno preferito”

Continue Reading

In Evidenza

POSTPARTITA, Tonali: “Male il non gestire il vantaggio. Contro il Genoa dobbiamo vincere”

Published

on

Le sue parole, dopo la sconfitta con il Sassuolo

LE DICHIARAZIONI – Intervenuto ai microfoni di MilanTv, Sandro Tonali parla nel dopo partita di MilanSassuolo. Di seguito, le sue parole.

Sugli errori:

“Ci ha fatto male non gestire il vantaggio dell’1-0 e subire una rete dopo tre minuti. Questo ci ha influenzato e poi abbiamo subito il 2-1 poco dopo e non abbiamo reagito. Non abbiamo avuto una reazione all’altezza del Milan. Anche oggi abbiamo preso 3 gol, abbiamo fatto tanti errori e possiamo fare di più”

Sulla gara col Genoa:

“Giochiamo subito e si può subito reagire in un’altra partita. Dobbiamo vincere e questo è il nostro obiettivo”

Vi siete rilassati dopo la partita con l’Atletico?

“Non credo ci sia stato un rilassamento. Siamo professionisti. La vittoria di Madrid ci dà fiducia e non ci deve fare rilassare. Il problema è stato subire due gol in maniera ravvicinata e non riuscire ad essere cinici dopo tante occasioni create”

La squadra è preoccupata?

“Non siamo preoccupati ma è brutto essere il Milan e perdere due partite in campionato in un momento così. Dopo le prime 11 partite di campionati abbiamo visto che non c’è nulla di cui preoccuparsi, c’è da rialzarsi e tornare a giocare da Milan come abbiamo sempre fatto”

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

Powered by Live Score & Live Score App
%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: