Connect with us

In Evidenza

TONALI: “La foto scattata sotto la pioggia con il Rio Ave, ci fa scattare una scintilla”

Published

on

Parla Sandro Tonali, centrocampista italiano classe 2000

INTERVISTA – Intervistato da Milan TV, Sandro Tonali parla del suo momento in rossonero e dei compagni che lo circondano. Queste sono state le sue parole:

Sul momento positivo in rossonero:

“La partita contro l’Udinese andava giocata così, secondo me non abbiamo fatto il possibile perché potevamo fare di più, è la prima cosa che ci siamo detti una volta finita la partita. Per quanto riguarda il secondo tempo di Manchester, non si può entrare in campo senza cattiveria, grinta in una partita del genere, quando stai perdendo uno a zero, ma stai controllando la partita. È il minimo, è naturale, te lo portano i compagni che stanno giocando già da settanta minuti. Sappiamo chi siamo, lavorare insieme è più importante di ogni singolo, tanto si gioca sempre in 11. Pe 90 minuti qualsiasi tuo compagno deve essere il tuo migliore amico, una persona che difendi e per cui ti sacrifichi. Siamo un grande gruppo e lo stiamo dimostrando anche in questi momenti di difficoltà”

Sul gruppo:

“Guardo spesso la foto di quando eravamo tutti uniti a centrocampo sotto la pioggia e con il freddo durante i rigori col Rio Ave. Da quella foto, ce l’abbiamo stampata anche negli spogliatoi, ti scatta una scintilla, ti fa capire da dove siamo partiti e ti fa capire cosa hai passato per arrivare dove siamo ora. Ti fa capire di avere dei meriti, perché tutto questo non è venuto da solo, ma ce lo siamo guadagnati sudando, lavorando, correndo, giocando, vincendo. Sono cose importanti, quella foto lì fa scattare in noi una scintilla, se siamo qua c’è un motivo e quindi sicuramente non molleremo”

Su Kessie e Kjaer:

“Sono esempi, non solo per noi giovani, ma per tutta la squadra, anche per Ibrahimovic e per il mister. Kjaer è il veterano della squadra, l’altro è la nostra spina dorsale, la colonna che non molla mai che è sempre in campo, in qualsiasi partita e in qualsiasi minuto. Loro sono i due nostri punti di riferimento. Danno una grande carica a tutti i tifosi, a tutti noi compagni, al mister, a qualsiasi persona che tifa Milan”

Su Stefano Pioli;

“Il mister crede in me, mi sta aiutando molto durante gli allenamenti e anche in momenti fuori dal rettangolo verde, mi sta dando veramente tanto per la mia crescita sia dentro che fuori dal campo. È una persona vera, siamo sempre con lui. Si può dire se domenica è la partita di Pioli? Sì, è la partita di Pioli, la partita del Milan, perché il Milan è fatto per queste partite, non vediamo l’ora di giocarle e di rifare grandi prestazioni come quella di Manchester”

Continue Reading
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Calciomercato

MERCATO, Casting per il difensore centrale e spunta un’idea per l’attacco

Published

on

I rossoneri osservano il mercato per un difensore che rimpiazzerà Kjaer ma un’idea porta ad un rinforzo offensivo

SELEZIONI – L’infortunio di Kjaer costringe il club ad intervenire a Gennaio. Come ammesso da Pioli nella conferenza stampa preSalernitana, la lunga assenza del danese porterà il club ad investire sul partner di Tomori. Per la Gazzetta dello Sport, in pole ci sono Nikola Milenkovic e Luiz Felipe. Il centrale viola rappresenta la prima scelta per età, esperienza e perché Pioli l’ha già allenato a Firenze ma i viola difficilmente si priveranno del difensore serbo a stagione in corso e non c’è una clausola rescissoria che permette al giocatore di liberarsi.
Discorso diverso per il centrale della Lazio che va in scadenza a Giugno e con un esborso economico non elevato potrebbe arrivare ad arricchire il pacchetto centrale difensivo.
Ma sono tanti gli osservati speciali del Milan: da Sarr del Chelsea, a Lukumi del Genk passando per Badiashile del Monaco.

PAZZA IDEA – In attacco invece le scelte in questo momento sono ai minimi termini. Pellegri rientrerà nel 2022 e in questo momento c’è solo Ibra a disposizione di Pioli. Ecco che rimbalza l’idea di poter intervenire anche in attacco con un prestito. Torna in auge il nome di Luka Jovic, attaccante serbo del Real Madrid e in gol ieri nello 0-2 del Real in casa della Real Sociedad.
Il serbo è un’idea low cost per l’attacco e potrebbe arrivare in prestito qualora proseguisse il cammino europeo dei rossoneri.

Continue Reading

In Evidenza

GDS, Le pagelle di Milan-Salernitana: tutti promossi tranne Theo

Published

on

Il francese è l’unico bocciato della sfida con la Salernitana

VOTI – Le pagelle di Milan-Salernitana pubblicate da “La Gazzetta dello Sport”. Tanti i voti positivi in casa rossonera. Florenzi convince (6,5): “Spingente e insistente sulla destra. Assieme a Saelemaekers devasta il fianco mancino della Salernitana.”
Il migliore del match è Kessie per la Gazzetta (7): “Non rinnova ma si ritrova. Si riprende squadra e centrocampo. Segna un gol, ne sfiora un altro. Domina.”
Non del tutto convincente la prestazione di Brahim Diaz, autore dell’assist per Saelemaekers (6): “Molto bene fino al 2-0 poi inizia a “tocchettare” con superficialità e a scialacquare occasioni. Si divora un paio di gol.
Il peggiore della partita è Theo Hernandez, unico insufficiente (5,5): “Nel primo tempo infila una sequenza horror con tre palloni sbagliati di fila. Svogliato“.

Continue Reading

In Evidenza

TS, Il Diavolo è già caldo per i Reds

Published

on

I rossoneri si prendono la vetta della classifica e in 18 minuti sbrigano la pratica Salernitana

GESTIONE – Milan che non sbaglia e torna, da solo, in testa alla classifica. I rossoneri sfruttano al meglio un turno di campionato agevole, battendo la Salernitana in 20 minuti e sorpassano il Napoli che cade in casa per mano dell’Atalanta. Un pomeriggio sereno a San Siro, bastano 4 minuti e Kessie sblocca il match su un assist di Leao e la Salernitana è già sotto. L’infortunio di Pellegri è la solita costante con la quale convivere: peccato per il ragazzo che voleva sfruttare la chance concessa da Pioli e invece è costretto a dare forfait dopo pochi minuti. Ibra però resta a guardare perché è Krunic che va ad occupare la posizione di attaccante insieme a Diaz e proprio da quest’ultimo nasce il gol del 2-0 con un bel sinistro di Saelemaekers che ritrova il gol dopo un anno e dedica la rete a Simon Kjaer. La partita sostanzialmente finisce li, con i rossoneri che provano ad ampliare il vantaggio ma Belec non è dello stesso avviso e nega il gol a Messias e Diaz che ci provano a più riprese. Rossoneri che si godono la vetta delle classifica e adesso possono canalizzare tutte le energie nella partita di martedi dove ospitano il Liverpool già qualificato per un match che può riaccendere il sogno degli ottavi di finale di Champions League.

Continue Reading

Trending

Copyright © 2021 Soloxmilanosti.com edito da Koros Editore p.iva/cod.fis. 94286360485 Testata Registrata Presso la Cancelleria del Tribunale di Firenze n° 5994 - Direttore responsabile: dr Luca Russo

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: