Connect with us

News

Torino-Milan, le pagelle: Leao disastroso, Gabbia non è da meno

Il Milan perde la seconda partita in campionato ed è un risultato meritato. Leao si divora due occasioni a inizio partita, poi il Toro inizia a giocare e i rossoneri non trovano le contromisure. I due goal subiti in due minuti sono un blackout che non ci si può permettere.

TATARUSANU 5.5 – Compie una bella parata su Pellegri, ma nel blackout del Milan non riesce a opporsi. Non può nulla sulla rete di Djidji, è poco reattivo sul raddoppio granata. CI VOLEVA MIKE.

KALULU 5 – Sul goal del raddoppio si fa infilare dalla bella giocata di Miranchuk In un’altra circostanza prende un giallo evitabile. Ha vissuto serate migliori. INCONSUETO. (Dal 45′ DEST 6 – Aggiunge colore alla manovra con qualche spunto interessante. Deve migliorare in fase difensiva: ha regalato un paio di brividi evitabili ai suoi tifosi. VIVACE).

GABBIA 4.5 – La magica serata di Zagabria è già un miraggio. In ritardo sul goal di Djidji, anche se la colpa è dell’intero reparto difensivo. Legge male il lancio di Milinkovic Savic in occasione del secondo goal. In generale, perde il duello con Pellegri. BOCCIATO.

TOMORI 5.5 – È troppo leggero nel primo tiro in porta avversario di Pellegri. Sui calci da fermo toccherebbe a lui guidare i compagni, ma è il quinto goal subito in circostanze del genere. RIVEDIBILE.

T. HERNANDEZ 6 – Quantomeno ci prova a dare l’esempio con diversi duelli ad alta intensità. Lo spazio davanti a lui è poco ed è molto difficile sfondare contro l’assetto granata. LIMITATO.

Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti!

TONALI 6 – È l’anima di questo Milan ed è sempre l’ultimo a mollare. Combatte in ogni zona del campo, ma non riesce a dare qualità alla manovra. AMMIREVOLE. (Dal 70′ BENNACER 6 – È un giocatore indispensabile di questo Milan. Se riposa, la squadra perde qualità. Fa il suo nei venti minuti a disposizione. IRRINUNCIABILE).

POBEGA 5.5 – Gioca una partita senza grandi spunti, ma cerca di rendersi utile come può. A volte esagera nell’essere aggressivo e commette troppi falli. FOCOSO.

MESSIAS 6.5 – Accorcia le distanze, sfruttando l’indecisione tra Milinkovic Savic e Buongiorno. È l’unico sulla trequarti che prova a dare qualità alla manovra. CAPARBIO. (Dal 78′ GIROUD S.V.).

BRAHIM DIAZ 5.5 – Nei primi minuti di gioco regala due ottimi assist a Leao, ma il portoghese spreca malamente. Le buone cose della sua partita finiscono qui. Quando il Torino prende le misure, sbaglia diverse giocate, anche quelle più elementari. CALANTE. (Dal 45′ DE KETELEARE 5.5 – Neanche oggi abbiamo il piacere di ammirare un suo guizzo. Non è la partita più semplice in cui incidere. RIMANDATO).

LEAO 4.5 – La sua partita peggiore negli ultimi due anni. Cicca malamente due grandi opportunità a inizio partita e poi sparisce dal gioco. Pioli lo toglie all’intervallo perché ha capito che non è giornata per il portoghese. (Dal 45′ REBIC 5.5 – Non ci vuole tanto a far meglio del portoghese, ma il salto di qualità non arriva. Tanti palloni persi nella sua partita. IMPRECISO).

ORIGI 5 – Perde tutti i duelli con la difesa del Torino. Non riesce mai a rendersi pericoloso, ma neanche a fare qualcosa di utile per la squadra. SOVRASTATO.

ALL. PIOLI 5.5 – Prepara bene la gara, ma quando il Toro prende le misure, la squadra finisce di proporre gioco. Giusto fare tre sostituzioni all’intervallo, ma bisogna porgli una domanda. Come ci si allena sulla difesa dei calci da fermo? O meglio, ci si allena sulla difesa dei calci da fermo? BATTUTO.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply