Connect with us

News

Torino-Milan, Vlasic vs Leao: duello tra velocisti

Questa sera si assisterà a tanti duelli: Vlasic proverà a contenere le accelerate di Leao

Juric  contro Pioli non è la classica sfida tra due allenatori di Serie A. Juric e Pioli hanno un’identità consolidata. Juric e Pioli non hanno paura di aggredire e difendere uomo contro uomo a tutto campo. Juric e Pioli cacciano la palla lontano dal loro portiere: in questo campionato, sono terzo e primo per tiri nati da una palla recuperata nella metà campo avversaria. Insomma, chi andrà allo stadio entrerà con una garanzia: là sotto, sul prato, ci sarà una battaglia tattica, con qualità nella testa degli allenatori e nei piedi di più di un calciatore. Vlasic e Leao vanno in copertina – bravi come loro, pochi – ma non sono gli unici a saper accendere un fuoco: una scintilla può nascere anche da Theo e Miranchuk, da Lukic e Tonali. In quattro punti, proviamo a ragionare su chi può decidere l’ultima partita della domenica.

Vlasci
Segui soloxmilanisti su Facebook e Instagram per non perdere le news di giornata più importanti

Il serbatoio di colpi e giocate è nella linea avanzata. Tre protagonisti, con caratteristiche diverse ma con un filo che li unisce: giocano per divertire il pubblico. L’insostituibile è Vlasic, al quale Juric non ha mai rinunciato e mai rinuncerà (parole sue): intelligenza tattica abbinata a un repertorio abbastanza completo e a una buona presenza scenica che gli permettono di tenere botta quando si abbassa in mediana. Miranchuk è il passista di successo da classica monumento, prendendo in prestito la definizione dal ciclismo: da del tu al pallone, sa creare lo spazio dove non c’è. E poi c’è l’artista Radonjic: scatti e una gran botta. Un anno fa loro non c’erano, oggi Juric si può divertire. La propensione alla verticalità nasce naturale.

Click to comment

You must be logged in to post a comment Login

Leave a Reply