Connect with us

News

TUTTOSPORT, Magia Pogba. Milan, Ciao Europa

Il francese entra al posto di Rashford e risolve la qualificazione

SAN SIRO – Minimo sforzo ma massimo risultato verrebbe da pensare, pure legittimamente. Ma alla fine quello che conta è che il Manchester United ha vinto e può proseguire il proprio cammino europeo. Il Milan invece interrompe qui un percorso iniziato dai preliminari e che più di una volta aveva lasciato presagire che i rossoneri sarebbero potuti arrivare fino in fondo in questa Europa League. Purtroppo così non è stato. Lo United espugna San Siro in un match che però è stato tutto sommato equilibrato. Come delineato dall’edizione odierna di Tuttosport, nei primi quindici minuti dell’incontro i Red Devils si dimostrano più propositivi e più nel pezzo rispetto ai padroni di casa. I rossoneri sbagliano un passaggio dopo l’altro e non riescono a superare la propria metà campo. Tutto nella norma comunque. Col trascorrere del tempo il Milan prende coraggio e prova a sfruttare i propri velocisti per impostare azioni di contropiede e cambi di gioco rapidi e precisi. Calhanoglu, Saelemaekers e Krunic vanno vicinissimi al gol ma la prima metà di gioco termina a reti bianche. Si evince la sensazione che la qualificazione sia molto in bilico e che il Manchester sia tutto tranne che un avversario imbattibile.

DOCCIA GELATA – Spesso e volentieri è con i cambi giusti che si vincono le partite. Così è stato per lo United. Solskjaer toglie Rashford ed inserisce nella mischia Paul Pogba. Neanche a farlo apposta il francese premia la scelta del proprio mister siglando il vantaggio al 48′. Colpevole Meitè a non aver tenuto d’occhio un fuoriclasse del calibro del centrocampista. Bravo l’ex bianconero a trovare la traiettoria giusta in mezzo a tanti difensori e a far sedere anche Donnarumma. Pioli invece aspetta il 65′ per inserire Ibrahimovic. Lo svedese va ad un soffio dal pareggio con un colpo di testa da distanza ravvicinata. Con un colpo di reni però Henderson si rifugia in corner. Questa l’unica occasione degna di nota costruita dal Milan nella ripresa. Troppo poco per poter sperare di riaprire il discorso. I rossoneri escono a testa alta da questi ottavi, con la consapevolezza di aver tenuto in bilico la qualificazione fino all’ultimo. Ma a rappresentare l’Italia nelle competizioni europee è rimasta solo la Roma.

Privacy Policy
Click to comment

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *